Fassino: “Riportare a casa i 18 pescatori sequestrati in Libia”.

“Riportare a casa i 18 pescatori siciliani vittime di un sequestro ingiusto e illegale è un obiettivo che va perseguito a tutti i livelli e in ogni direzione. Desidero quindi esprimere la mia personale vicinanza alla comunità di Mazara del Vallo per quanto avvenuto ai suoi pescatori, lontani dalle loro famiglie ormai da quasi due mesi”.  Così l’On Piero Fassino, Presidente della Commissione Esteri nell’incontro avuto con il Sindaco di Mazara del Vallo, i famigliari e gli armatori dei pescatori sequestrati in Libia nel mese di agosto.

“Oltre al mio impegno personale – ha proseguito Fassino – assicuro la massima attenzione della Commissione Esteri nel monitorare quotidianamente la vicenda e nel sostenere il Governo per compiere ogni sforzo finalizzato alla liberazione dei pescatori e alla restituzione dei pescherecci”.

LEGGI ANCHE:  Accessibilità dei medicinali nell'UE, PE: "I farmaci devono essere più economici".

A tale proposito oltre alla continua comunicazione con gli organi di governo, Fassino ha illustrato ai familiari le iniziative da lui avviate con la Commissione Esteri del Parlamento di Tobruk e con il Presidente della Commissione Esteri degli Emirati Arabi Uniti. Nel corso dell’incontro sono stati anche approfonditi i nodi politici più generali che riguardano l’utilizzo delle acque internazionali e la giusta tutela che deve essere assicurata dal nostro Paese agli operatori di un comparto strategico per l’economia della Sicilia e dell’Italia come quello della pesca.

foto Manfred Heyde