Piero Fassino: “Italia e Grecia insieme per la sicurezza del Mediterraneo”.

Si è appena concluso l’incontro in videoconferenza tra le Commissioni Esteri della Camera dei Deputati e del Parlamento della Repubblica di Grecia. Un meeting per fare il punto sulle questioni geopolitiche europee: “Italia e Grecia – per Piero Fassino – hanno la comune responsabilità di affrontare temi geopolitici di primaria importanza e in particolare la questione migratoria, la stabilità e la sicurezza del Mediterraneo orientale, l’allargamento della UE ai Balcani occidentali”.

“La proposta avanzata dalla Presidente Von Der Leyen per una politica migratoria europea – secondo il Presidente della Commissione Esteri della Camera – è certamente un utile punto di partenza, ma non ancora sufficiente a realizzare quella coesione e comune responsabilità indispensabile per gestire adeguatamente flussi migratori e relazioni con i paesi di origine e di transito”.

LEGGI ANCHE:  PPE: "Continue incursioni della Turchia nel Mar Egeo".

“La stabilità e la sicurezza del Mediterraneo orientale – ha sottolineato Fassino – è questione di interesse strategico per l’intera Europa e per tutto il bacino mediterraneo. Serve perciò una più forte iniziativa dell’Unione europea per favorire soluzioni consensuali ai conflitti tra Turchia e Grecia, alla questione di Cipro, e alla gestione delle Zone Economiche Esclusive. In questo quadro un contributo importante verrà dall’accordo italo greco sulle ZEE di prossima ratifica da parte del Parlamento italiano”.

“A 18 anni dal Consiglio Europeo di Salonicco – ha ribadito Fassino – che lanciò la prospettiva di integrazione europea dei Balcani occidentali è tempo che quell’obiettivo sia realizzato accelerando i negoziati di adesione per portarli a termine entro tempi certi, evitando che un percorso troppo lento solleciti il riemergere di pulsioni nazionalistiche”.

LEGGI ANCHE:  Conferenza sul futuro dell'Europa: l'UE avvia la piattaforma digitale.

foto Manfred Heyde