Mercato nero UE-UK, OLAF: “17 arresti e 67 milioni di sigarette sequestrate”.

Con il sostegno di Europol e dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF), si è svolta un’operazione congiunta, guidata dai servizi doganali del Regno Unito e della Lituania, che ha portato allo smantellamento di un’importante racket delle sigarette del mercato nero, ponendo fine a un giro illegale di circa 30 milioni di euro.

La frode, come confermato dall’OLAF, consisteva nel dirottare illegalmente le sigarette dalle procedure doganali di transito interno ed esterno dell’UE al mercato nero, provocando la perdita di milioni di euro di tasse.

Nel corso delle operazioni sono state arrestate 17 persone e sequestrati 67 milioni di sigarette, oltre a 2,6 tonnellate di tabacco, per l’88% prodotte in Bielorussia.

LEGGI ANCHE:  Ucraina: UE, USA e UK istituiscono l'Atrocity Crimes Advisory Group.

I sequestri più significativi sono stati effettuati in Lituania (28,75 milioni), Regno Unito (9 milioni), Polonia (6 milioni), Irlanda (3,5 milioni), Romania (2,2 milioni), nonché in Svezia (500.000), Lettonia (740.000 ) e Croazia (150.000).

Per il direttore generale dell’OLAF Ville Itälä: “Questa operazione doganale congiunta dimostra l’importanza della cooperazione e del coordinamento nella lotta contro il commercio illegale di sigarette. La natura transfrontaliera di questo commercio illegale rende difficile per i paesi combattere da soli, ed è qui che OLAF ed Europol apportano un reale valore aggiunto. Grazie ai nostri sforzi congiunti, abbiamo ancora una volta contribuito a proteggere gli interessi finanziari dell’UE e dei suoi cittadini “.

LEGGI ANCHE:  Dall'ambiente al gioco d'azzardo. Scoperta frode all'UE

Foto OLAF ec.europa.eu