Bielorussia. Risoluzione della Commissione Esteri.

Fermare la violenza e riconoscere diritti democratici e libertà civili. Queste le volontà alla base della Risoluzione della Commissione Esteri della Camera dei Deputati, sottoscritta dal presidente Fassino, dal vicepresidente Formentini e dai gruppi Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia, Italia Viva, Leu e gruppo Misto.

Un provvedimento che conferma il pieno sostegno alle rivendicazioni democratiche del popolo bielorusso, denunciando, nel contempo, le pesanti manipolazioni delle elezioni presidenziali e condannando la repressione contro l’opposizione democratica.

L’atto parlamentare prevede, inoltre, l’introduzione di misure sanzionatorie per i responsabili delle violazioni dei diritti umani e delle libertà civili. 

La Risoluzione invita, altresì, il Governo a offrire protezione ai cittadini bielorussi costretti a lasciare il Paese per sfuggire alla repressione, a sostenere l’Albania, Presidente di turno OSCE, nel promuovere azioni di mediazione e di dialogo e, infine, a subordinare a garanzie di rispetto dei diritti umani e delle libertà civili la sottoscrizione di accordi in corso di negoziato tra Italia e Bielorussia.

LEGGI ANCHE:  Migranti al confine con la Bielorussia, Francesco Boccia: "Accogliamoli tutti".

foto Manfred Heyde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.