Elmas. Bloccato ai controlli di sicurezza turista con una Pinna Nobilis.

Proseguono senza sosta i sequestri di materiale asportato dalle spiagge e dai fondali marini in Sardegna. Oggi, un turista che ha trascorso le vacanze nella zona di Porto Cervo, è stato trovato in possesso di una valva di Pinna Nobilis (nacchera di mare), specie considerata a rischio di estinzione a causa della pesca indiscriminata, dell’inquinamento e della presenza di un parassita che ne sta fortemente diminuendo la presenza nelle aree d’insediamento.

Dal mese di luglio, ricordano dalla Polaria, sono state contestate ben 20 sanzioni amministrative per la violazione dell’art.40, comma 2 della Legge Regionale 28.07.2017 n. 16 che prevede tassativamente il “divieto di asportazione, detenzione, vendita anche di piccole quantità di sabbia, ciottoli, sassi o conchiglie provenienti dal litorale o dal mare in assenza di regolare autorizzazione o concessione rilasciata dalle autorità competenti”, per la quale è prevista una multa compresa tra 500-3000 euro.

LEGGI ANCHE:  Oristano, un nuovo ecografo nel reparto di Ginecologia.