Aeroporto di Cagliari, Alberto Bertolotti: “No alla cessione”.

“Gli aeroporti si comprano e non si vendono”. Questo il giudizio tranchant di Alberto Bertolotti, numero uno di Confcommercio Sud Sardegna, intervenuto in risposta al presunto ingresso, nella gestione degli scali aeroportuali sardi, di un importante soggetto privato.

Un partner ingombrante che, secondo l’associazione di categoria, potrebbe portare alla perdita del controllo dell’aeroporto di Cagliari a vantaggio di fondi di investimento che, dopo aver acquisito il controllo degli scali di Alghero e Olbia, si troverebbero a gestire l’intero sistema aeroportuale sardo, di fatto privatizzandolo e sottraendo alle politiche regionali la sovranità sulla programmazione turistica della Sardegna: “Lo scalo aeroportuale cagliaritano – afferma Alberto Bertolotti – è una infrastruttura che non può essere governata da pure logiche di carattere finanziario o per soddisfare l’attesa di un rendimento da parte degli azionisti dei fondi di investimento, ma è una infrastruttura, quella più grande, che gestisce il 50% del traffico aereo in Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Campagna antincendio, Manca: "Giunta parte con le armi spuntate"

Nel suo intervento, ancora, Bertolotti ha sollecitato il Presidente della Camera di Commercio di Cagliari, Maurizio De Pascale, a riferire nel merito, in virtù del possesso, da parte dell’ente camerale, del 94,6% delle quote della SOGAER: “Confcommercio Sud Sardegna – conclude Bertolotti – continuerà ad opporsi con tutti i mezzi possibili ad una eventuale perdita del controllo dell’Aeroporto di Cagliari”.

foto Sardegnagol riproduzione riservata