Dl 107, domani si riprende dall’esame sulle norme finanziarie.

Il Consiglio regionale tornerà a riunirsi domani alle 11 per discutere l’articolo 10 del Dl 107, incentrato sulle norme finanziarie del discusso testo di legge.

Mercoledì 26 maggio, alle 17, si riunirà, compatibilmente con i lavori del Consiglio, la Seconda commissione (Lavoro, Cultura e Formazione professionale) per l’esame del parere P/112, relativa ai contributi per l’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti (ANPPIA), l’Unione Autonoma Partigiani Sardi (UAPS) e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), che vedrà l’audizione dell’assessore della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, Andrea Biancareddu.

Sempre mercoledì, 26 maggio, alle 9.30, è stata convocata la commissione Salute con all’ordine del giorno l’esame del parere P/123 in materia di organizzazione e funzionamento delle strutture sociali per anziani e per persone con disabilità. Il parlamentino, ancora, sentirà in audizione l’assessore della Sanità Mario Nieddu e il Commissario straordinario dell’Ats della Sardegna, Massimo Temussi, sulle problematiche relative ai pazienti affetti da diabete, sulla stabilizzazione dei medici veterinari e sulla carenza di pediatri di libera scelta nel territorio sassarese. A seguire l’assessore Nieddu, il commissario Temussi e il commissario straordinario dell’Arnas Brotzu saranno sentiti sulle problematiche dei lavoratori dell’ARNAS Brotzu.

LEGGI ANCHE:  Energia, Christian Solinas: "Abbattere costi per cittadini e imprese".

La Sesta commissione sentirà in audizione anche una delegazione dei rappresentanti della Conferenza territoriale socio-sanitaria della ASSL di Nuoro sulle criticità del sistema sanitario nel Nuorese e il Coordinatore della Sezione Regionale Sardegna della LICE su questione Epilessia. I lavori proseguiranno nel pomeriggio, alle 15.30, con l’esame della Proposta di legge 196 “Istituzione del titolo di “Associazione sportiva storica della Sardegna” e con le audizioni dei rappresentanti di Coni, Cip, Federazioni ed Enti di promozione sportiva.

foto Sardegnagol riproduzione riservata