Diritto allo studio, Giunta Solinas: “13,6 mln per i bandi ERSU 2020/2021”.

Approvati dalla Giunta Regionale, i criteri per i bandi delle Borse di studio universitarie con le azioni di sostegno a favore degli studenti capaci e meritevoli, privi di sufficienti mezzi economici, inclusi gli studenti con disabilità. Su proposta dell’Assessore Andrea Biancareddu, la Giunta Solinas conferma il proprio impegno a garantire a tutti gli studenti universitari la borsa di studio stanziando 13 milioni e 650 mila euro di risorse regionali per i bandi che saranno pubblicati dagli ERSU per l’anno accademico 2020/2021.

Alle risorse regionali, andranno ad aggiungersi quelle statali previste nel Fondo Integrativo Statale.

Lo sforzo da parte della Regione per soddisfare le richieste di tutti gli studenti idonei, pari a 10.550 unità presenti nelle graduatorie definitive degli ERSU per l’anno accademico 2019/2020 (6.790 studenti beneficiari dell’ERSU di Cagliari e 3.760 studenti beneficiari dell’ERSU di Sassari) è stato premiato negli ultimi anni dallo Stato nella ripartizione delle risorse relative al Fondo di Intervento integrativo Statale (FIS) grazie all’aumento delle risorse regionali stanziate per le borse di studio e dei fondi ministeriali attraverso un effetto moltiplicatore.

LEGGI ANCHE:  Lavoro, 4 milioni per la formazione dei disoccupati.

Più la Regione Sardegna investe, più lo Stato contribuisce e per l’anno 2020 ha già comunicato l’erogazione di un primo acconto del FIS pari a 9 milioni e 145 mila euro.

Per l’Assessore Andrea Biancareddu: “Questo risultato nazionale, si evince anche dopo i risultati della classifica nazionale delle Università statali italiane dove gli Atenei di Cagliari e Sassari hanno raggiunto un ottimo piazzamento per i servizi legati al diritto allo studio degli studenti sardi attraverso le borse di studio e i servizi erogati dagli ERSU, con le mense e gli alloggi”.

I nuovi importi delle borse di studio per l’anno accademico 2020/2021 saranno di 5.258 euro per lo studente fuori sede, 2.899 euro per lo studente pendolare e 1.982 euro per lo studente in sede.

LEGGI ANCHE:  Binaghi, Rossella Pinna: "Tutelare diritto alle cure dei pazienti".

Lo stanziamento complessivo sarà ripartito sulla base della percentuale di studenti iscritti, nell’anno accademico 2019/2020, a corsi di primo, secondo e terzo livello presso le Università degli Studi di Cagliari e di Sassari e le istituzioni AFAM di Cagliari e di Sassari.

Inoltre, al fine di supportare gli studenti che hanno incontrato difficoltà nella particolare congiuntura legata all’emergenza Covid19, la Giunta Regionale ha stabilito che gli ERSU adottino per l’anno accademico 2020/2021 un Bando unico con due linee di intervento: la linea A (il bando classico pubblicato ogni anno dagli ERSU) e la linea B, riservata agli studenti che a causa del Covid19 non sono riusciti a conseguire il numero dei crediti previsti.

LEGGI ANCHE:  Amianto, Pili e Lampis: “Incontro positivo ma servono più risorse"

foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.