Coppa Italia. Pesaro conquista la semifinale. Pozzecco: “Sono dispiaciuto”.

Finisce 115 a 110 il duello tra la VL Pesaro e la Dinamo al Mediolanum Forum di Assago, con il passaggio dei pesaresi di Jasmin Repesa, al turno semifinale della Coppa Italia. Ai sassaresi di Poz non sono bastati 5 uomini in doppia cifra.

La gara. Dopo una lunga attesa si alza il sipario sulla LBA Final Eight della Dinamo Banco di Sardegna. Giganti scesi al completo sul parquet del Forum di Assago con la maglia special edition dedicata alla “Discesa dei Candelieri”, simbolo identitario della città di Sassari.

Pronti via, Pesaro parte in quarta ed è 8-2 in appena due minuti, Gentile e Bilan per l’attacco Banco ma i marchigiani volano grazie a Drell e Justin Robinson che firmano un sontuoso 4/5 dall’arco, 4-16 dopo 3’, timeout per Pozzecco inevitabile. I biancoblu escono bene, triple di Spissu e Burnell, la Dinamo c’è e gioca di squadra, a metà del primo quarto è 10-18 Vuelle. Arriva la bomba di Bendzius ed è -5, i giganti difendono, rotazioni e parziale di 8-0, Bilan determinante su entrambi i lati del campo nonostante il duello con Cain, stavolta a chiamare il minuto è Repesa (15-18 al 7’). Primo vantaggio Dinamo dopo 8′ di gioco grazie al 14-0 che gela Pesaro, Justin Robinson riaccende i suoi, il match torna in equilibrio, dalla lunetta il Banco rimette la testa avanti e chiude al 10’ sul 26-24.

LEGGI ANCHE:  La Dinamo Women ritrova la vittoria. 54-64 contro Lucca.

Tecnico a Pozzecco per proteste in chiusura di primo quarto, la frazione si apre con il libero di Robinson, continua a rimanere in equilibrio la sfida, palle perse da entrambe le parti, il duo croato Katic-Kruslin con due rubate firma l’allungo, sul 38-29 Repesa chiama timeout. È il solito Justin Robinson, già a quota 19 punti, a guidare i suoi e così la Vuelle ritorna a contatto, Banco smarrito in questa fase di gioco, Delfino ribalta il match (38-41), Burnell interrompe il parziale avversario di 12-0. Pesaro deve fare i conti con i falli, i liberi di Bilan e Bendzius valgono parità e sorpasso, tecnico per proteste anche per Repesa, finisce in crescendo il primo tempo dei giganti spinti dalle triple di Spissu e Burnell, 53-49 all’intervallo.

È un Banco solido che si porta a +13 con un bel lavoro corale, l’uomo biancoblu del terzo quarto è Burnell, Repesa prova a spezzare l’inerzia e il parziale chiamando il minuto al 23’. Intramontabile Delfino con sei punti di fila ma il divario tra le due squadre è consistente, la Dinamo si rilassa e la VL ancora una volta riprende in mano il match: due triple subite e una palla persa scrivono il 68-65 (26’). Gara dai mille volti, gli avversari rimettono la testa avanti con i liberi del capitano ma nel momento decisivo Stefano Gentile piazza due bombe, è contro sorpasso, la Dinamo gestisce e rifiata, dopo 30’ è 76-70.

LEGGI ANCHE:  Elezioni europee: le stelle europee dello sport invitano i cittadini al voto.

Espulso Pozzecco per doppio tecnico al 32’, finisce anche la partita di Cain per 5 falli, 80-78. Benzius e Happ non tremano e rispondono ai punti di Filipovity, Drell per l’85 pari, ultimi cinque minuti come un overtime. Finale incandescente, Pesaro perde il miglior Justin Robinson  della stagione che commette il quarto fallo e prende un tecnico per proteste, Filloy e Gerald Robinson scrivono il 90-92 al 37’ grazie a due sanguinose palle perse biancoblu, timeout Casalone. Pareggia i conti Bilan, Kruslin dall’arco ridà speranza dopo il 4-0 pesarese, a 34’’ dal termine fallo antisportivo di Filloy su Bilan ma il lungo croato fa solo 1/2, 96-96. Sbaglia Bendzius, al 14’’ la tripla di Filloy, doppio timeout, Stefano Gentile dal cilindro pesca la tripla più bella della serata a 1’’ dalla sirena, dopo 40’ di gioco è 99-99, si va al supplementare.

LEGGI ANCHE:  Coppa Italia, La Padula è tornato. Il Cagliari va agli ottavi.

Difesa disattenta, Drell e Filipovity scrivono un 5-0, la fiammata sassarese è tutta firmata Spissu, 5° fallo di Filloy, il nuovo vantaggio biancoblu porta la firma di Gentile ma arrivano due errori difensivi (17° palla persa) e Pesaro non perde l’occasione per mettere la testa avanti, Banco a -3. Bomba di Bendzius per il pareggio, Tambone in campo per soli 3’ è chirurgico, il sigillo lo piazza Gerald Robinson, arriva la resa della Dinamo, una Pesaro tutta cuore conquista per 115 a 110 la semifinale di Coppa Italia.

Dinamo Banco di Sardegna – Victoria Libertas Pesaro 110-115.

Parziali: 26-24, 27-25, 23-21, 23-29, 11-16.

Progressivi: 26-24, 53-49, 76-70, 99-99, 110-115.

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 20, Bilan 19, Treier, Chessa ne, Kruslin 8, Happ 4, Katic 2, Re ne, Burnell 17, Bendzius 22, Gandini ne, Gentile 15. All. Pozzecco.

Assist: Spissu 9 – Rimbalzi: Spissu 10.

Victoria Libertas Pesaro: Drell 23, Filloy 7, Cain 3, J. Robinson 27, Tambone 3, Mujakovic ne, G. Robinson 15, Basso, Serpilli ne, Filipovity 12, Zanotti 6, Delfino 19. All. Repesa.

Assist: J. Robinson 6 – Rimbalzi: Filipovity 13.

Foto Luigi Canu commons wikimedia