Commissione Autonomia, manca il numero legale.

Continuano a trionfare inerzia e pochezza all’interno delle commissioni permanenti del Consiglio regionale. A rimarcare la vacuità dell’attuale composizione consiliare, oggi, l’incapacità di trovare la quadra – nonché il numero legale – per l’elezione del presidente della commissione Prima (Autonomia).

Un nulla di fatto, o meglio una fumata nera che ribadisce la qualità dell’attuale classe politica regionale – inadatta anche per l’elezione dei propri organi, figurarsi per il resto – nonché la necessità di procedere verso un deciso cambio di sensibilità e senso di servizio pubblico tra i consiglieri regionali: merce rara, quest’ultima, dalle parti del Palazzo di via Roma, come dimostrato dagli ‘altissimi’ risultati ottenuti dall’attuale maggioranza e dalle ordinarie, quanto irrilevanti, filippiche dell’opposizione.

LEGGI ANCHE:  Precari Agris: verso la stabilizzazione degli artieri ippici.

Saltata anche l’audizione dell’assessore all’Urbanistica, Quirico Sanna, anch’essa inserita nell’ordine del giorno della seduta.