Cdm, sì al Documento programmatico di bilancio 2022.

Il Consiglio dei ministri ha approvato il “Documento programmatico di bilancio per il 2022”, che illustra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di bilancio e gli effetti sui principali indicatori macroeconomici e di finanza pubblica.

Il documento, in via di trasmissione alle autorità europee ed al Parlamento italiano, prende come riferimento il quadro programmatico definito nella Nota di Aggiornamento al Documento di Economia Finanza 2021 e quantifica le misure inserite nella manovra di bilancio.

La manovra di bilancio ha l’obiettivo di sostenere l’economia nella fase di uscita dalla pandemia e rafforzare il tasso di crescita nel medio termine. Si mira inoltre a ridurre il carico fiscale per famiglie e imprese.

LEGGI ANCHE:  DL Cooperazione, Solinas: “Legge di riordino per il sistema in Sardegna”

Tra i principali interventi si prevede una riduzione degli oneri fiscali, il rinvio al 2023 della plastic tax e della sugar tax. Ancora, lo stanziamento di risorse per contenere gli oneri energetici nel 2022 e il taglio dal 22% al 10% dell’Iva su prodotti assorbenti per l’igiene femminile.

Sul fronte degli investimenti pubblici è aumentata la dotazione del Fondo di Sviluppo e Coesione per il periodo 2022-2030, mentre risorse aggiuntive sono stanziate per le amministrazioni locali e centrali dal 2022 al 2036, per il Giubileo di Roma e le Olimpiadi di Milano-Cortina.

Sono prorogate e rimodulate, inoltre, le misure di transizione 4.0 e quelle relative agli incentivi per gli investimenti immobiliari privati. Vengono rifinanziati il Fondo di Garanzia Pmi, la cosiddetta ‘Nuova Sabatini’ e le misure per l’internazionalizzazione delle imprese.

LEGGI ANCHE:  Piano Casa e Ppr, Oppi e Peru: "Governo calpesta l'autonomia della Regione".

Incrementato, altresì, il Fondo Sanitario Nazionale con due 2 miliardi di euro all’anno fino al 2024. Nuove risorse sono destinate al fondo per i farmaci innovativi e alla spesa per i vaccini e farmaci per arginare la pandemia COVID-19.

Novità anche per la scuola e l’università che vede aumentata la dotazione del Fondo di Finanziamento ordinario e del Fondo Italiano per la Scienza. Le borse di studio per gli specializzandi in medicina vengono portate in via permanente a 12.000 l’anno. Viene disposta la proroga fino a giugno dei contratti a tempo determinato stipulati dagli insegnanti durante l’emergenza Covid-19.

Viene incrementato il Fondo per il Trasporto Pubblico Locale e vengono stanziate risorse aggiuntive per gli enti locali per garantire i livelli essenziali a regime per asili nido e per la manutenzione della viabilità provinciale.

LEGGI ANCHE:  Dl 162. I lavori della seduta di lunedì.

Previsti, infine, interventi in materia pensionistica, per assicurare un graduale ed equilibrato passaggio verso il regime ordinario.

foto Governo.it licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT