Cagliari-Torino, Zenga: “Resettare subito la partita”.

Manca poco alla gara casalinga contro il Torino di Moreno Longo, orfano di Simone Zaza, alle prese con un problema muscolare alla coscia sinistra. Durante la conferenza stampa l’allenatore granata ha espresso grande rispetto per l’avversario: “Una partita dove andremo affrontare una squadra che viene da un periodo negativo ma che dispone di giocatori di grande qualità. Sappiamo benissimo che andare in Sardegna sarà un partita complicata”.

Una buona notizia per i sardi di Mister Zenga, rinfrancati dalla vittoria di Ferrara contro la SPAL, ma che dovranno fare a meno del proprio pubblico, come ricordato da Walter Zenga: “Non ci saranno i tifosi, mi dispiace: con loro sugli spalti, per me sarebbe stato davvero un bell’esordio. L’unico vantaggio di giocare in casa a porte chiuse è che non devi prendere un aereo. Senza pubblico, il fattore campo viene azzerato”.

LEGGI ANCHE:  Zenga 'stecca' la prima.

“Negli ultimi cinque giorni abbiamo assistito ad un calcio totalmente differente. Non siamo abituati a giocare alle 19.30 o alle 21.45 in piena estate; si sono viste squadre fare una grande prima mezz’ora per poi crollare e viceversa. Dobbiamo essere bravi a resettare subito la partita, pensare a recuperare bene, fare in modo di avere la mente sgombra. Ci sono tanti aspetti da valutare”.

La vittoria nella trasferta di Ferrara ha spezzato la maledizione del Cagliari per l’allenatore milanese: “Era da tanto che il Cagliari non vinceva e finiva una gara senza prendere gol. Abbiamo fiducia anche se è pur sempre una nuova ripartenza e restano le incognite per gli impegni che verranno; speriamo di avere intrapreso una strada positiva e continuare così”.

LEGGI ANCHE:  Tempio accoglie il Cagliari di Ranieri, Biancareddu: "Lo sport va oltre ogni confine".

Nel finale della conferenza stampa con i giornalisti delle testate locali, il mister rossoblù ha rimarcato l’importanza dei giovani nella prima squadra: “Se sono con noi è perché sono ragazzi validi e possono essere utili alla squadra. Non guardo la carta d’identità dei giocatori: chi è bravo e merita, va in campo. Questi ragazzi devono certamente poter aspirare al debutto, così come è capitato a Carboni a Ferrara: solo tre minuti, è vero, ma ci saranno altri momenti nei quali potrà dimostrare il suo valore”.

Il Cagliari. La probabile formazione del Cagliari di Zenga: Cragno, Cacciatore, Ceppitelli e Klavan, Nandez, Rog, Cigarini, Pellegrini Lu., Joao Pedro, Simeone.

LEGGI ANCHE:  Lotta libera, il Sogno olimpico di Simone Vincenzo Piroddu.

Il Torino. Il tecnico Moreno Longo ha selezionato 23 calciatori per la partita di domani sera alla Sardegna Arena contro il Cagliari, ventottesima giornata del campionato di Serie A Tim. PORTIERI: Rosati, Sirigu, Ujkani. DIFENSORI: Aina, Ansaldi, Bremer, De Silvestri, Djidji, Ghazoini, Izzo, Lyanco, Nkolou, Singo. CENTROCAMPISTI: Adopo, Berenguer, Greco, Lukic, Meite Rincon. ATTACCANTI: Belotti, Edera, Millico, Verdi.

Sarà, invece, Maurizio Mariani di Aprilia a dirigere Cagliari-Torino, coadiuvato dagli assistenti Valerio Colarossi di Roma2 e Matteo Bottegoni di Terni. Quarto ufficiale Livio Marinelli di Tivoli. Addetti al VAR Fabrizio Pasqua di Tivoli e Alessandro Lo Cicero di Brescia.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.