Danno erariale, denunciati 12 dipendenti pubblici a Cagliari.

Negli ultimi mesi, le Fiamme Gialle cagliaritane, sotto la direzione della locale Procura della Corte dei Conti, hanno rilevato un danno erariale* per 5.645.375 euro, segnalando all’Autorità Giudiziaria Contabile la posizione di 12 responsabili, tutti dipendenti pubblici.

I Finanzieri hanno esaminato – attraverso la minuziosa opera di analisi di documentazione e riscontro in atti di svariate dichiarazioni – le condotte dei diversi pubblici funzionari. Diverse le condotte illecite scoperte: da casi di assenteismo dissimulato con timbrature effettuate da colleghi, a incuria e conseguente logorio di beni di interesse pubblico; da ritardi nel pagamento di prestazioni sanitarie a ingiustificati rinnovi di concessioni per servizi di igiene urbana, a omessi versamenti di giocate del Lotto.

LEGGI ANCHE:  Post-partita, Zenga: "La buona sorte bisogna sapersela meritare".

I responsabili saranno adesso chiamati a risarcire il danno procurato attraverso l’alienazione coatta di beni nella loro disponibilità, quali fabbricati, terreni, quote societarie, auto e motoveicoli, nonché conti correnti, libretti di risparmio e conti titoli.

*Il danno erariale, nell’ordinamento giuridico italiano, è il danno sofferto dallo Stato o da un altro ente pubblico a causa dell’azione o dell’omissione di un soggetto che agisce per conto della pubblica amministrazione in quanto funzionario, dipendente o, comunque, inserito in un suo apparato organizzativo: in poche parole, può macchiarsi di questo tipo di danno solo un amministratore o dipendente pubblico, o anche, più in generale, un soggetto legato da rapporto di servizio con una pubblica amministrazione.

LEGGI ANCHE:  Comune di Cagliari: Giantonio Sau subentra a Giorgio La Spisa.