Secondo pareggio consecutivo per il Cagliari.

Dopo il Parma il Cagliari trova il pareggio anche contro l’Udinese. Una partita, vivace e combattuta nonostante il risultato finale 1-1.

Starting team con Cragno in porta, Zappa, Godin, Carboni e Lykogiannis in difesa, Marin e Rog in mezzo al campo, Nandez, Joao Pedro e Sottil alle spalle di Pavoletti.

Incoraggiante partenza del Cagliari, che impone da subito ritmi alti. La prima vera palla gol, al 3′, però è dell’Udinese: lancio di Samir per Pussetto che controlla bene e si trova davanti a Cragno, bravissimo il portiere rossoblù a chiudere lo specchio. Al 6′ affondo di Stryger Larsen che cerca il passaggio all’indietro in area, Lykogiannis manda in angolo. Al 13′, al termine di una lunga azione dei friulani, Deulofeu cerca il tiro a giro, nessun problema per Cragno.

Si fa vivo il Cagliari al 21′, cross di Marin a cercare Pavoletti sul secondo palo, Becao in qualche modo svirgola in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Carboni spara alto in rovesciata.

LEGGI ANCHE:  Il Cagliari ospita il Parma, Leonardo Semplici: "Fiducia nella squadra".

Il vantaggio rossoblù arriva al 27′ con Lykogiannis su punizione: traiettoria che si infila nell’angolino alla destra di Musso, inutile il volo del portiere argentino.

L’Udinese risponde immediatamente, rimediando un paio di corner consecutivi. Al 34′ Zeegelaar riprende una respinta della difesa rossoblù su corner di De Paul, il destro in buona coordinazione termina fuori. Le squadre si allungano e la partita si accende. Al 44′ Walace indovina il corridoio per fare correre Deulofeu, lo spagnolo invita all’azione De Paul, destro secco, para a terra Cragno.

Nei primi minuti della ripresa Udinese vicina al pareggio su punizione di De Paul, sponda di Becao per il tiro al volo di Bonifazi, Godin risolve davanti a Cragno. Al 50′ ancora De Paul allarga per Stryger Larsen, il cross per la testa di Pussetto, colpo di testa a schiacciare che finisce a fil di palo.

LEGGI ANCHE:  Vittoria in trasferta per l'11 di Max Canzi.

Pareggio che arriva al 58′: lancio di De Paul per Pussetto, lancio a premiare lo scatto di Lasagna, entrato da poco in campo, che fugge in profondità battendo Cragno.

Al 64′ Di Francesco, sostituisce Pavoletti con Ceppitelli, i rossoblù passano alla difesa a tre. Al 66′ buona discesa di Nandez, cross basso, nessuno dei compagni è pronto ad attaccare la profondità per il tocco in rete. Occasione per il Cagliari al 68′: Lykogiannis affonda sulla sinistra, cross a mezz’altezza, Joao Pedro è li, deviazione del brasiliano a colpo sicuro, Samir salva tutto con un intervento prodigioso.

Al 77′ doppia sostituzione per l’Udinese, Mndragora e Nestorovski per Pereyra e Pussetto. Di Francesco risponde con Simeone al posto di Sottil. All’80’ cross morbido di Nandez, Lykogiannis giunge per la deviazione di testa, ma il greco non dà al pallone la forza necessaria per dare problemi a Musso.

LEGGI ANCHE:  Contro il Palermo per chiudere la partita playoff, Ranieri: "Abbiamo 6 punti da prendere".

All’83’ Rog si disimpegna bene in area friulana, pallone per Simeone, spalle alla porta circondato dai difensori, il Cholito avrebbe un attimo per tirare ma non coglie l’attimo, è Lasagna a rinviare. All’87’ entrano Pereiro e Oliva, lasciano il campo Joao Pedro e Rog. All’89’ Lykogiannis riprende una respinta della difesa friulana, si coordina e libera il sinistro, fuori bersaglio. Nell’Udinese Ter Avest e De Maio rimpiazzano Stryger Larsen e Bonifazi.

Nel post partita il tecnico Di Francesco non nasconde una certa amarezza per il risultato: “Dispiace non aver preso i 3 punti, ma bisogna anche dare merito agli avversari che hanno dimostrato di essere un complesso solido, forte fisicamente, con giocatori di alta qualità, in primis De Paul, uno che fa la differenza. Il gol del pareggio – ha aggiunto – è arrivato su una palla a due calciata in avanti, sono situazioni che non devono verificarsi”.