Cagliari, bilancio di sostenibilità: si rafforza l’impegno sociale del Club.

Il Cagliari Calcio ieri ha reso noto il Bilancio di Sostenibilità 2020-2021, consolidando l’impegno nel sociale e nella sostenibilità della società rossoblù.

In nome dei suoi valori fondanti quali rispetto, tolleranza e inclusione, che hanno ispirato il manifesto etico “Be As One” in quanto vera e propria dichiarazione di intenti e della filosofia del Club, il Cagliari Calcio sviluppa un progetto che rafforza quelli degli anni passati, e si unisce agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) e ai temi di Agenda 2030.

Il Bilancio segue un periodo nel quale tutti hanno dovuto fronteggiare nuove sfide, ma l’impegno verso il territorio e la comunità non è mai venuto meno, sempre facendo leva sulla enorme forza dello sport come veicolo di valori e impulso alle iniziative promosse. Una perseveranza foriera di un ulteriore riconoscimento: il Cagliari è infatti secondo in Italia nella speciale classifica relativa alla “brand reputation”, secondo l’analisi di Zwan – azienda specializzata in corporate reputation – svolta attraverso l’algoritmo Reputation Rating.

LEGGI ANCHE:  Di Francesco: “Contro la Sampdoria più attenzione ed equilibrio”.

Il Bilancio di Sostenibilità espone concetti chiave insiti nell’attività quotidiana del Club – rivolti alle persone e all’ambiente in cui viviamo – oltre ad approfondire struttura aziendale, target e sistemi di gestione. Al centro l’ampio e dettagliato focus su “Be As One”. “Essere una cosa sola” vuol dire lavorare uniti verso un obiettivo comune, seguendo una visione di calcio che coniughi la bellezza del gioco e dello sport con i concetti della sostenibilità nella sua accezione più ampia e integrale. “Love As One”, contro ogni barriera e discriminazione nei confronti di qualsiasi categoria; “Think As One”, per pensare ad una società e un mondo sempre più inclusivo; “Move As One”, per l’attenzione ai temi della sostenibilità in senso lato.

LEGGI ANCHE:  Pareggio alla Unipol Domus, Mazzarri: "Siamo stati ingenui".

Principi determinanti per sviluppare molteplici iniziative nel corso degli anni: tra le altre, l’unicum nel calcio italiano costituito dalla partecipazione attiva in occasione della “Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia”, con l’arcobaleno a impreziosire le maglie rossoblù e i luoghi del Club, oltre ai fondamentali incontri a tema dedicati ai ragazzi del Settore Giovanile con psicologi ed educatori della Società. E ancora: le due squadre dei “Casteddu4Special” iscritte ai campionati federali di calcio paralimpico; la Scuola di Tifo e la Curva Futura, primo settore di uno stadio italiano interamente dedicato ai piccoli sostenitori; la partnership con Legambiente nell’ambito dell’attenzione e dell’attività per ripulire aree cittadine e sensibilizzare tutti al rispetto dell’ambiente; i progetti di mobilità sostenibile per promuovere insieme ai partner commerciali ed istituzionali un afflusso alternativo allo stadio, dai mezzi pubblici alla bicicletta, con un’area destinata al bike parking.

LEGGI ANCHE:  'Sardegna tutto l'anno' con il calendario ufficiale della Dinamo Banco di Sardegna.

Il Bilancio di Sostenibilità rappresenta un vero e proprio manifesto per il futuro che coinvolgerà tutte le aree del Club e l’espressione della chiara volontà di guardare all’interno della propria realtà per avere la possibilità di osservare tutto ciò che la circonda, con una visione proiettata in avanti.

Il documento è stato redatto con la collaborazione di BPSEC, gruppo di società specializzate in servizi evoluti e integrati per l’ambiente e la sicurezza, dedicati al settore pubblico e privato.