Anno dei giovani. Le nuove generazioni della musica indipendente allo Space Sound Fest.

In occasione dell’Anno dei Giovani il 17 settembre torna a Colleferro, nel piazzale di Via Francesco Berni, lo “Space Sound Fest”, con una edizione rinnovata e interamente dedicata alla “Next Generation” della musica indipendente con l’obiettivo di promuovere la creatività con una selezione dei migliori talenti della regione.

La kermesse partirà dal pomeriggio e si protrarrà fino alla sera proponendo una vera e propria maratona di progetti artistici selezionati dalla Capitale e dalla fiorente scena locale a cavallo tra le province di Roma e Frosinone. In scena diversi generi che vanno dall’alt rock al cantautorato moderno passando per la post-dark wave e l’elettronica.

Tanti gli artisti sul palco: Wepro (special guest da Roma), Luca Coi Baffi (Valmontone), GBRESCI (special guest da Roma), Novagorica (Montelanico/Roma), Wasabi (Roma), Morè (Paliano), Nomi Cose Città (Anagni), Brama (Lariano) e Yora Yora (Anagni/Gavignano/Roma).

Marco Castelluzzo, classe ’93, in arte Wepro, vanta collaborazioni come cantante e autore per Mediaset, RealTime, Disney (ha prestato la sua voce per “Il mio nuovo sogno” di Rapunzel) e registrazioni con turnisti di fama mondiale come Phil Palmer e Phil Spalding (Robbie WIlliams, Frank Zappa, Dire Straits, Eric Clapton e molti altri). Nel 2015 durante la sua permanenza negli Stati Uniti Marco dà vita al suo progetto Wepro, rilasciando gli autoprodotti “The White EP” e “The Black EP”, e suonando nei clubs più importanti di Boston e New York, oltre ad essere stato invitato ad esibirsi in uno showcase per la famosissima Major Columbia Records.

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili: 20 anni di Servizio Civile.

Luca Coi Baffi è un vero e proprio artista di culto della provincia di Roma che seppur giovanissimo ha attraversato diverse fasi camaleontiche: ora Luca Coi Baffi è una band, un progetto indie rock con un piede nel punk e l’altro nel cantautorato. Oscillano tra i due con frenetica eleganza, cambiano idea ogni secondo e sognano di suonare sui palchi più eccitanti di tutto il mondo.

GBRESCI è un duo post-dark wave nato nel 2020 a Roma. Scritto, prodotto e interpretato da Niccolò Barca e Edoardo Baroni, il progetto si avvale di tante collaborazioni, da Milano a Berlino. Nel 2021 GBRESCI firma con RADAR, e il singolo PHARMA viene considerato tra i migliori 50 dell’anno da ROCKIT. Dopo il lancio del suo primo EP, CODICI, GBRESCI esordisce al MIAMI Festival al Magnolia di Milano, cui segue la partecipazione allo Spring Attitude sul palco del Teatro India a Roma e un evento a fianco dei Melancholia a Largo Venue, sempre nella capitale.

I Novagorica sono una band alternative rock romana nasce dall’incontro nel 2019 di Giulio Ronzoni (cantautore e scrittore), Simone D’Andrea (basso), Andrea Graziosi (batteria e Mario Romano (chitarra). Il loro primo singolo, “Starò bene”, brano principale della colonna sonora della serie Mediaset “Oltre la soglia”, è stato pubblicato nel 2019. Dopo la pubblicazione di due singoli, “Fiocco nero” e “Cenere”, il 13 gennaio 2023 esce il primo album della band, “Preghiera violenta”, prodotto da Monakos ed edito da Beta Produzioni. Il disco è un intreccio di canzoni dalle atmosfere scure, un mantra di delicatezza e rabbia in cui parole nude si mescolano all’irruenza musicale in un gioco di rumore e preghiere gridate tra sonorità alt-rock e post-grunge.

LEGGI ANCHE:  Musica. Sostegno per i club dove si suona dal vivo.

Wasabi è “Musica verde che brucia per pulire e purificare”. La radice-trio si forma sotto il terreno della pandemia dove cresce diramandosi nel rumoroso silenzio di un box segreto a Roma. Sotto gli effetti psicotropi del Synth-Pop/Rock, usato come fertilizzante e forma espressiva, il trio al femminile lacrima suoni e parole attraverso una musica dirompente.

Morè è il nome d’arte di Gabriele Salvatori, un giovane cantautore, musicista e producer, che vive in provincia di Frosinone. Dal sound è possibile riconoscere un sound molto fresco, un pop diverso da quello che si sente in giro, con sfumature rock, r&b e a tratti hip-hop. Nei suoi testi parla della sua vita, utilizzando un linguaggio semplice ed elastico, per essere comprensibile da adulti e più giovani.

LEGGI ANCHE:  Domani al Poco Loco di Alghero la "Jas Kayser Band".

I Nomi Cose Città sono una band di Anagni (FR). Suonare per noi è andare oltre l’incertezza, oltre l’infinita oscillazione tra play e pausa, tra metropoli e provincia, tra voglia di costruire e voglia di distruggere. La loro musica prende ispirazione dall’alternative rock e dal cantautorato. Nel 2022 hanno pubblicato il nostro primo EP “Culla e Prigione”, prodotto da Damiano Bianchipresso il RedLamp Studio. Hanno da poco pubblicato un singolo che si intitola “Provincia”.

Brama è un progetto che abbraccia la passione di Marco per il soul, l’hip hop e la musica folk. Nasce dall’approccio a nuove tecniche di scrittura e composizione; dopo diversi anni passati a suonare la chitarra in svariati locali e sale da ballo, si ritrova in studio a giocare con computer e campionatori e trova nuove soluzioni per esprimere la solita urgenza comunicativa. A metà luglio 2023 è uscito, su tutte le piattaforme digitali, il primo singolo, “Fai tu”.

Yora Yora è una band post-rock sperimentale formata nel 2020 da Simone Pace ai synth, Edoardo Caruso al basso e Claudio Tiberi alla batteria, il trio ha abbracciato un approccio sonoro unico e suggestivo.