Accordi UE-UK, Charles Michel: “Intesa giusta ed equilibrata”.

Questa mattina, a nome dell’Unione europea, il presidente del Consiglio europeo e la presidente della Commissione europea hanno firmato l’accordo commerciale e di cooperazione tra l’UE e il Regno Unito. L’accordo, adesso, sarà portato nel Regno Unito per essere firmato dal primo ministro Boris Johnson, prima di essere applicato in via provvisoria a partire dal 1° gennaio 2021.

Per il presidente del Consiglio europeo Charles Michel: “L’accordo che abbiamo firmato oggi è il risultato di negoziati intensi in cui l’Unione europea ha mostrato un livello di unità senza precedenti. È un accordo giusto ed equilibrato che tutela pienamente gli interessi fondamentali dell’Unione Europea creando stabilità per i cittadini e le imprese “.

LEGGI ANCHE:  L'UE interviene per l'acquisto collettivo di attrezzature mediche

Dopo la firma delle parti l’accordo sarà esaminato dal Parlamento europeo.

La firma dell’accordo UE-UK. (Copyright European Union).

Si apre, così, una nuova fase per le relazioni tra l’UE e lo Stato britannico, come ricordato dal presidente Michel: “Sulle questioni principali, l’Unione europea è pronta a lavorare fianco a fianco con il Regno Unito, specialmente in materia ambientale, in vista della COP 26 di Glasgow – la Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite- sulla risposta alle pandemie, in particolare con un possibile trattato sulle pandemie e, infine, sulla politica estera cercheremo una cooperazione su questioni specifiche basata su valori e interessi condivisi”.

Un nuovo assetto internazionale che, di fatto, inaugura oltremanica una stagione di sfide per il Regno Unito e per lo stesso Governo Johnson che, con l’uscita dall’UE, ha visto tornare alla ribalta le posizioni separatiste dello Scottish National Party (Partito Nazionale Scozzese) di Nicola Sturgeon, contrario all’uscita dall’UE.

LEGGI ANCHE:  Discorso von der Leyen: Il punto dei deputati italiani.

Foto Copyright European Union