Venezia battuto, ora il Parma.

Gianluca Lapadula. Nessuno come lui. 23 gol in campionato a coronamento di una stagione strepitosa. Contro il Venezia di Paolo Vanoli un’altra prestazione da incorniciare, come si poteva immaginare già nel pre-gara, nel corso del quale il bomber rossoblù è stato premiato quale miglior giocatore della Serie BKT 22/23. Premio più che meritato per l’italo-peruviano, autore di una strepitosa doppietta già nei primi 20 minuti del primo tempo.

Partita secca e da tutto esaurito alla Unipol Domus (ben 16.054 presenze), mura domestiche, per quanto visto nel primo tempo, decisamente impenetrabili per i lagunari, privi di mordente e imprecisi in più occasioni.

Passa tra i piedi del Cagliari la prima occasione da gol. Deiola al 2′ verticalizza splendidamente per Lapadula ma il bomber, disturbato da Svoboda e Carboni, perde il controllo in area. Pochi minuti dopo Luvumbo, ispirato da un grandissimo Mancosu, va vicino al vantaggio. Perfetta la chiusura di Joronen che salva al 10′ anche su Lapadula, innescato ancora una volta da Mancosu.

LEGGI ANCHE:  La spunta il Cagliari: 0 a 0 al Tardini. Ranieri: "Oggi siamo una squadra".

Difficile la ripartenza per i lagunari, complici i numerosi errori di impostazione. All’11’ sul primo calcio d’angolo della partita Nandez trova Altare, vicinissimo al gol con una superba deviazione di testa. Il Cagliari spinge e l’enforcing dell’11 di Ranieri viene premiato pochi minuti dopo. Al 14′ cross di Nandez per Lapadula che da grande rapinatore d’aria insacca la porta degli ospiti con una perfetta conclusione di testa. Bomber che bissa al 18′, questa volta per un imperdonabile errore difensivo di Carboni.

Bisogna aspettare il 24′ per assistere ai primi pericoli per Radunovic. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Anderson imbecca su Hristov. L’estremo difensore serbo respinge alla meglio con i pugni. Pressione degli ospiti spenta sul nascere dalle perfette chiusure di Dossena e Altare, rispettivamente, sui terminali offensivi Johnsen e Pohjanpalo, letteralmente neutralizzati in tutta la prima frazione di gioco.

C’è anche spazio per Mancosu, in questa fase di gioco, pericoloso al 30′ e al 33′.

LEGGI ANCHE:  Ritorno amaro per coach Pozzecco, la Reyer si aggiudica il secondo game.

Sul rovescio di campio al 35′ Johnnsen, ispirato da una perfetta sinergia tra Candela e Pohjanpalo, si trova il pallone per accorciare le distanze. Chiusura miracolosa di Radunovic.

Si avvicina dalle parti di Joronen anche Zappa che al 40′ conclude poco alto sopra la traversa. Stesso destino per la successiva conclusione di Carboni al 42′. Ultimo sussulto del primo tempo la conclusione (sprecata) di Pohjanpalo al 45′, sparata direttamente tra le braccia di Radunovic.

Nella seconda frazione Ranieri manda nella mischia Goldaniga per Mancosu, mentre Vanoli sostituisce dal primo minuto l’insufficiente Andersen con Milanese e Candela con Pierini. Proprio il neo entrato accorcia le distanze al 52′, innescato sulla fascia da Ellerston, ammonito al 53′ per fallo su Zappa.

Dopo 20′ privi di grandi spunti per la cronaca, Ranieri mischia le carte al 71′ con gli ingressi di Prelec e Rog per Luvumbo e Deiola e al 76′ Kourfalidis per il sempre più oggetto misterioso Nandez. Un’altra prestazione incolore per l’uruguayano.

LEGGI ANCHE:  Ferrari, ecco la nuova Daytona SP3.

Cambia muta anche il Venezia di Vanoli con l’entrata in campo di Tcherychev, Sverko e Novakovich in sostituzione di Carboni, Zampano ed Ellertsson.

Salgono i ritmi nel finale e il Venezia spinge il baricentro in avanti non trovando, con Pojhanpalo, Hristov e Novakovich, il guizzo per il 2-2. E ora testa al Parma!

Cagliari-Venezia 2-1

Cagliari: Radunovic, Dossena, Altare, Zappa, Obert (60′ st Azzi); Nandez (76′ Kourfalidis), Mancosu (1′ st Goldaniga), Deiola (71′ st Rog), Makoumbou; Luvumbo (71′ st Prelec), Lapadula. A disp.: Aresti, Viola, Millico, Lella, Barreca, Pavoletti, Di pardo. All. Claudio Ranieri.

Venezia: Joronen, Zampano (82′ st Tcherychev), Candela (1′ 2t Pierini), Svoboda, Carboni (82’st Sverko), Hristov; Tessmann, Andersen (1′ st Milanese), Ellertsson (82′ st Novakovich); Jhonsen, Pojhanpalo. A disp.: Maenpaa, Bertinato, Neri, Busio, Modolo, Ciervo, Rémy. All. Paolo Vanoli.

Arbitro: Marco Di Bello.

Marcatori: 14′, 18′ pt Ladapula, 52′ st Pierini.

Note: ammoniti Ellertsson 53’st, Dossena 89′ st. , Kourfalidis 93′ st.