Il Cagliari in semifinale, Ranieri: “Ci stava soffrire, non era facile”. Vanoli: “Cagliari attrezzato”.

Il Cagliari supera l’ostacolo Venezia e ora si apre la doppia sfida con il Parma di Pecchia per la squadra di Ranieri. Tecnico apparso decisamente appagato nella consueta conferenza stampa post-gara: “Abbiamo fatto un primo tempo molto molto bello. Ci stava soffrire, ora ce la giochiamo col Parma”.

Un giudizio positivo su tutta la linea quello di Ranieri, anche con riferimento al calo negli ultimi 20 minuti dei suoi: “Primo tempo eccezionale, secondo dove il Venezia era disperato e ha dato il tutto per tutto. In quelle occasioni o riesci a fare il 3-0 oppure soffri, ci siamo addormentati sul gol. Ora recuperiamo le energie nervose e andiamo avanti”. 

LEGGI ANCHE:  Asseminello: ancora lavoro personalizzato per Riccardo Sottil. In casa Spezia differenziato per Saponara, Agoume ed Estevez.

“Noi dobbiamo giocarci tutto – prosegue Ranieri -, poi vedremo cosa otterremo e dovremo andare in vacanza soddisfatti senza rimproverarci nulla. Non voglio mettere le mani avanti, speriamo di farcela, io sono sempre positivo, è la mia forza, sono determinato a conquistare qualcosa di positivo per il Cagliari un’altra volta. Se non sarà così dovremo andare in vacanza consapevoli di avere raschiato ogni energia dal fondo del barile”.

Sulle scelte tattiche: “Nella ripresa ho preferito gestire Mancosu e cambiare qualcosa, loro avevano tre punte e quindi mettevano grossa pressione. Siamo riusciti a rafforzare la zona centrale, non amo la difesa a cinque perché sembri rinunciatario, ma a volte serve lanciare dei messaggi all’avversario. All’intervallo ho detto ai ragazzi che non dovevamo pensare che fosse finita. A un certo punto ho cambiato e ci siamo messi a tre dietro, era una gara lunga e tutta da vivere. Non amo giocare a cinque, sono sincero, ma in alcune circostanze ti aiuta e rifarei le mosse che ho fatto”.

LEGGI ANCHE:  Calciatore e calciatrice dell'anno. Svelata la rosa dei candidati dell'UEFA.

Nessun caso Pavoletti ancora è stato confermato da Ranieri: “Avevo bisogno di chi avesse corsa per 90′, Leo viene da un infortunio e non poteva garantircela. Giocherà in questi playoff ma oggi c’era bisogno anche di altro. Sarà molto importante per noi da qui in avanti. Nandez ha dato tutto, a un certo punto ha finito la benzina e ho dovuto toglierlo. Ma tutti i ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario, l’episodio negativo ci può stare, l’errore lo puoi fare anche se hai studiato tutto”.

Nessun rammario, ancora, per Paolo Vanoli: “Non cambierei niente della squadra messa in campo oggi. Certo i dettagli fanno la differenza e sul secondo gol la partita ha preso un’altra inerzia. I nostri tifosi devono essere orgogliosi della nostra squadra che considero una buona base per ripartire per la prossima stagione. Il Cagliari di Ranieri – conclude Vanoli – ha dimostrato di essere attrezzato per continuare questo cammino importante”.

LEGGI ANCHE:  Coppa Italia. Arriva il Palermo, Ranieri: "Sfida da vincere".

foto Cagliari Calciio/Valerio Spano