Università, assessore Biancareddu: “Tutti gli idonei avranno la borsa di studio”.

“Da quando sono assessore, nessuno studente idoneo è rimasto privo di borsa di studio e così sarà anche quest’anno”. Lo ha ribadito oggi l’assessore alla Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu, rispondendo alle accuse mosse in questi giorni da alcuni esponenti PD e Progressisti.

“L’Assessorato della pubblica istruzione – spiega Biancareddu – è perfettamente a conoscenza delle problematiche che la riduzione della quota spettante alla Sardegna del fondo integrativo statale (FIS) nel 2023 potrà  generare”. “Stiamo mettendo in campo tutte le azioni necessarie per garantire la borsa di studio a tutti gli studenti idonei. La settimana scorsa nel prendere visione della bozza di Decreto Ministeriale, che ripartisce i fondi tra le varie Regioni d’Italia , si è scoperto che la Sardegna, rispetto al 2022 vedrà ridotta, di circa 2,2 milioni di euro, la quota Statale del FIS, che passerà da 15 milioni e 512 mila euro dello scorso anno a 13 milioni e 271mila euro.  Questa riduzione comporterà la  onseguente diminuzione anche della quota spettante alla Sardegna dai fondi del PNRR, che stimiamo possa essere pari a 1,9 milioni di euro”.

LEGGI ANCHE:  La Sardegna al Salone del libro di Torino e alla Frankfurter Buchmesse

Complessivamente, secondo l’esponente della Giunta Solinas, bisognerà reperire 4,1 milioni di euro a valere sul Bilancio Regionale: “Per l’importo mancante di oltre 4 milioni di euro, ho già presentato da tempo la proposta finanziaria  che, se il Consiglio Regionale approverà, potrà trovare spazio nella variazione di Bilancio che nelle prossime settimane verrà discussa in Aula. Qualora l’inter di approvazione in Aula dovesse rallentare, puntualizza ancora l’Assessore Biancareddu,  potrò autorizzare gli ERSU di Cagliari e Sassari ad utilizzare, per questo fine, l’avanzo di Amministrazione”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata