Conflitto di interessi. L’Antitrust avvia istruttoria a carico di Vittorio Sgarbi.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, l’AGCM, a seguito di una segnalazione trasmessale dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha confermato l’avvio di un procedimento istruttorio, nei confronti del sottosegretario di Stato alla Cultura, Vittorio Sgarbi.

L’istruttoria, motivata ai sensi dell’art. 6 della legge 20 luglio 2004, n. 215 e dell’art. 8 del Regolamento sul conflitto di interessi, è stata avviata per fare luce su possibili condotte illecite in violazione di quanto previsto dalla legge n. 215/2004 in materia di attività incompatibili con la titolarità di una carica di Governo.

Nel dettaglio, si legge nel testo del provvedimento dell’AGCM “il titolare di carica di governo, nello svolgimento del proprio incarico, non può esercitare attività professionali o di lavoro autonomo in materie connesse con la carica di governo, di qualunque natura, anche se gratuite, a favore di soggetti pubblici o privati”.

LEGGI ANCHE:  Regionali 24, Valter Piscedda: "Cucca è confuso, ricordiamo che sta in un partito per il nucleare".

Per scoprire il risultato dell’istruttoria, bisognerà attendere la conclusione del procedimento, prevista entro il 15 febbraio 2024.