Una ruota panoramica nel porto di Cagliari.

Il lungomare di Cagliari si prepara ad ospitare la ruota panoramica. Ieri, con la firma del decreto del Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna (Autorità di Sistema Portuale) è stato pubblicato l’avviso per l’affidamento in concessione demaniale marittima di un’area – compresa tra la radice del Molo Sanità e la Calata di via Roma – finalizzata all’installazione e alla gestione dell’attrazione per la durata di 10 mesi.

Oltre mille e cento i metri quadri di spazio interessati, che potranno essere assentiti in concessione dal prossimo 1 agosto e fino al 31 maggio 2021.

Premesse fondamentali per poter concorrere al bando pubblico, l’età della struttura, non superiore ai vent’anni; un’installazione che non preveda il ricorso alla realizzazione di apposite fondazioni; il pieno rispetto delle disposizioni normative che regolano il settore. Il canone a base di gara partirà da 29 mila e 626 euro. Importo, quest’ultimo, determinato dal Regolamento d’uso delle aree demaniali marittime ricadenti nella circoscrizione dell’AdSP, in vigore dal 1 gennaio 2020, dalle disposizioni dell’Agenzia del Demanio e del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Altri punteggi saranno attribuiti per l’altezza massima della ruota (che dovrà garantire la migliore veduta della città e del porto) al comfort del servizio, con particolare riguardo all’accessibilità da parte di soggetti diversamente abili e per l’organizzazione dell’attività, soprattutto per il ritorno di immagine che la stessa garantirà alla città e al porto.

Città di Cagliari, foto Sardegnagol

La scadenza delle offerte, che dovranno pervenire all’ufficio protocollo dell’AdSP al Molo Dogana, è prevista per il 10 luglio prossimo alle 12.00.

LEGGI ANCHE:  Orientamento. La 'mini-guida' per gli studenti di Cagliari.

“L’avviso di concessione firmato oggi – spiega Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – rappresenta il dovuto riscontro alle istanze presentate nei mesi scorsi da diversi operatori del settore. Una procedura, ad evidenza pubblica, che avrà lo scopo di stimolare la più ampia partecipazione di soggetti interessati e garantire, con la massima trasparenza degli atti, la migliore offerta anche in termini di qualità del servizio. E’ altresì un segnale che intendiamo dare alla città e al territorio tutto. È opportuno trasmettere positività a cittadini e turisti, favorendo, quindi, quelle iniziative, purché compatibili con le attività del porto e rispettose delle disposizioni sanitarie, che possano contribuire ad un ritorno alla normalità e, ovviamente, favorire imprenditorialità ed occupazione. Il mio augurio è che, anche con questa iniziativa, il waterfront di Cagliari possa recuperare a pieno la sua naturale vitalità e confermarsi uno dei gioielli della città”.

LEGGI ANCHE:  Maran: "Il Cagliari è più forte"

foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.