La stretta contro gli incivili: le nuove misure per la tutela della sicurezza urbana, dell’incolumità e della salute pubblica.

Il sindaco Paolo Truzzu, con Ordinanza n. 59 oggi ha disposto che, a far data dal 1 giugno 2021 e sino al 31 ottobre 2021, nei quartieri di Marina, Stampace, Castello, Villanova vigerà il divieto di vendita per asporto, anche attraverso distributori automatici, inclusi gli esercizi di vicinato adibiti ad uso esclusivo alla vendita tramite distributori automatici, di bevande alcoliche in qualunque contenitore e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro dalle ore 21:00 alle ore 6:00 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi.

Nei quartieri di Marina, Stampace, Castello, Villanova, comprese la Piazza Matteotti, la Piazza del Carmine, la Piazza Dettori (compreso Vicolo Collegio e Scalette Santa Teresa), la Piazza San Sepolcro, la Piazza Santa Restituta, la Piazza Savoia, la Piazza Sant’Eulalia, la scalinata che collega Piazza Annunziata con via Mameli, le scalinate della chiesa di Sant’Anna, nel viale Europa, nel Parco della Musica e nel lungomare Poetto sarà vietato il consumo nelle vie e strade pubbliche o aperte al pubblico transito (salvo le aree in concessione se pubbliche o in diponibilità se private per l’esercizio dell’attività di somministrazione), di bevande alcoliche e/o superalcoliche contenute in qualsiasi contenitore dalle ore 21:00 alle ore 6:00 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi.

Paolo Truzzu, foto Sardegnagol riproduzione riservata, anno 2020 autore Roberto Dessì
Paolo Truzzu,foto Sardegnagol riproduzione riservata, anno 2020 autore Roberto Dessì

Nel Lungomare Poetto sarà vietato il consumo, salvo che nelle aree in uso a qualsiasi titolo per l’esercizio dell’attività di somministrazione e nelle aree ad esse antistanti e contigue, di bevande alcoliche contenute in contenitori di vetro e lattine dalle ore 21:00 alle ore 6:00 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi.

LEGGI ANCHE:  Cagliari, consegnati i locali per lo sportello di supporto alla popolazione ucraina.

Per i trasgressori saranno applicate sanzioni fino a 500 euro.