Un’altra battuta d’arresto per il Cagliari di Walter Zenga.

Con la marcatura di Okaka anche l’Udinese espugna la Sardegna Arena. Una sconfitta casalinga che deve far riflettere sulla permanenza di Walter Zenga sulla panchina del Cagliari per la prossima stagione. Dopo ‘l’abbaglio’ delle prime giornate, il Cagliari di Zenga incassa un’altra battuta d’arresto. 

Dopo soli 2 minuti Okaka porta in vantaggio gli ospiti, su cross di Stryger Larsen. Il Cagliari, preso alla sprovvista, esce dallo stato di shock al 14′ con una conclusione di Lykogiannis. Poco dopo Gotti sostituisce l’infortunato Nuytinck con il brasiliano Samir. Al 17′ De Paul calcia su cross di Sema, ma questa volta Cragno non si fa superare.

LEGGI ANCHE:  La New Wave a Cagliari: i Diaframma al Fabrik.

Al 26′ Joao Pedro si guadagna una punizione dal limite, che rovina sul palo del portiere. Al 31′ Udinese vicina al raddoppio con Lasagna, chiuso provvidenzialmente da Pisacane, e con De Paul al 41′ e al 44′. 

Nella ripresa Zenga opera tre cambi, inserendo Pereiro, Faragò e Mattiello per Ladinetti, Lykogiannis e Pisacane, varando un Cagliari ultra-offensivo. L’Udinese prova a sfruttare lo sbilanciamento in avanti dei sardi con Sema, De Paul e Lasagna. Al 61′ Ceppitelli chiude in scivolata su Lasagna. Al 64′ Okaka prova a bissare ma il tiro smorzato da Faragò si rivela una facile presa per Cragno. Al 65′ campanile in area di Nandez verso Ragatzu, Musso neutralizza senza particolari patemi.

LEGGI ANCHE:  Lotta salvezza: Nandez in extremis porta il Cagliari a 32 punti.

Negli ultimi 20 minuti di gara il Cagliari prova a recuperare con più determinazione. Al 69′ è ottima l’azione di Mattiello e al 78′ Pereiro da fuori calcia centrale in braccio a Musso. Gli ultimi 10′ sono di Federico Marigosu: per il classe 2001 di Decimomannu esordio in Serie A, sulla scia dei compagni della Primavera Carboni, Ladinetti e Gagliano.

All’81’ Nandez innesca Joao Pedro che appoggia per Simeone, alto sopra la traversa. Zenga si gioca il tutto per tutto con Birsa al posto di Ionita. La grande occasione per il Cagliari arriva al 94′, cross di Simeone dalla sinistra, Joao Pedro taglia sul primo palo ma manda la sfera fuori di un soffio. All’ultimo secondo, dopo 6′ di recupero, Pereiro ci prova da fuori area, tiro deviato in corner che Pasqua non farà battere.

LEGGI ANCHE:  Cagliari, visita guidata sui bombardamenti del 1943.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.