Ultime rilevazioni sul lavoro. Cala il numero degli occupati: -73mila nell’ultimo mese.

A luglio 2023, dopo sette mesi di crescita, l’occupazione in Italia diminuisce di 73 mila unità. Un calo, fanno sapere dall’Istat, di circa lo 0,3% rispetto al mese precedente. Decremento che coinvolge (chi lo avrebbe mai detto) la fascia d’età compresa tra 25 e 49 anni.

Il numero degli occupati scende a 23milioni 513mila, pur rimanendo superiore di 362mila a quello di luglio 2022, per effetto dell’aumento dei dipendenti permanenti e degli autonomi che ha più che compensato la diminuzione dei dipendenti a termine.

Su base mensile, il tasso di occupazione scende al 61,3%, quello di disoccupazione sale al 7,6% (quello giovanile resta sempre a doppia cifra al 22,1%) e il tasso inattività resta stabile al 33,5%.

LEGGI ANCHE:  Lavoro. Crescono occupati e disoccupati, disoccupazione giovanile +1,6%.

Il numero di inattivi tra i 15 e i 64 anni sale (+0,1%, pari a +14mila unità) tra gli uomini e tra chi ha meno di 35 anni d’età.