Servizio idrico per Bar e ristoranti: le nuove disposizioni provvisorie per la dilazione del debito.

Dal 4 Agosto saranno in vigore le nuove regole provvisorie per le bollette del servizio idrico per bar e ristoranti in difficoltà. Ad annunciarlo Alberto Fois, dirigente di FIPE Sardegna che, recentemente, aveva chiesto ad Abbanoa ed Egas di ascoltare i problemi delle aziende del comparto, per quanto di propria competenza: “A causa della pandemia e delle chiusure stabilite dal Governo le aziende del settore si sono ritrovate in grossa difficoltà con il pagamento di affitti, merci e utenze, compresa l’acqua. Con la ripresa delle attività, a maggio – ricorda Fois – e il perdurare della morosità nei confronti di Abbanoa, il timore di slacci della fornitura di acqua proprio nel periodo della ripartenza ha spinto FIPE a dare più voce al disagio degli imprenditori”.

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili: mentre Cagliari latita Oristano innova.

Per effetto delle nuove disposizioni provvisorie, gli imprenditori morosi, potranno dilazionare il proprio debito in 15 mesi, rispetto ai 12 previsti, senza dover versare alcun acconto (se non la prima rata) e con l’esclusione degli interessi dovuti per legge.

Emanuele Frongia
Emanuele Frongia, Fipe Confcommercio

Gli imprenditori interessati – titolari di bar e ristoranti – dal 4 Agosto 2021 potranno consultare il sito di Abbanoa che indica in modo semplice come fare per sanare il debito e, in caso di difficoltà, chiedere supporto agli uffici territoriali della Confcommercio o al Servizio Clienti Abbanoa.

“Siamo molto soddisfatti del dialogo che si è costruito e che confidiamo abbia anche un seguito – osserva Emanuele Frongia coordinatore regionale FIPE – Avere Egas e Abbanoa vicini e poterci dialogare vuol dire sapere di avere sì gestori e fornitori di un servizio fondamentale per il nostro lavoro, ma anche dei partner che credono nella possibilità che le imprese sarde della ristorazione riprendano a lavorare con buone prospettive di crescita. Ringraziamo gli impegni e la sensibilità di Albieri e Piga, rispettivamente Presidenti di EGAS e Abbanoa, per aver sostenuto e suggerito la strada da intraprendere per aiutare le imprese e per la concreta vicinanza dimostrata, da Abbanoa, con la messa in atto di quanto necessario a rendere operativa questa importante opportunità per noi imprenditori”.

LEGGI ANCHE:  Abbanoa, Desirè Manca: "Dopo la maxi multa, no alla premialità per i dirigenti".