Serie A. Arrivi e partenze in casa rossoblù.

Il Cagliari Calcio ha ceduto Filip Bradaric all’Hajduk Spalato con la formula del prestito sino al termine della stagione 2019-2020. Nato a Spalato nel 1992, è arrivato nell’Isola nell’estate 2018, dopo aver fatto parte della Croazia vice-campione del Mondo in Russia. Nello scorso campionato ha totalizzato 29 presenze. Per Bradaric ora un ritorno a casa, proprio nel club in cui è cresciuto, per dare maggiore continuità alle sue prestazioni. Han alla Juventus. Il Cagliari Calcio, inoltre, ha ceduto Kwang-Song Han con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto alla Juventus.

Han, classe 1998, è arrivato in Sardegna nel febbraio 2017. Il 2 aprile, in Palermo-Cagliari, ha debuttato in Serie A. Ceduto in prestito al Perugia in B è rientrato alla base nel gennaio 2018, prima di ritornare nuovamente in prestito ai Grifoni la scorsa stagione. In rossoblù ha totalizzato 12 presenze e 1 gol. 

LEGGI ANCHE:  Lecce. Clamorosa rimonta contro il Cagliari

In partenza anche Kiril Despodov verso lo Sturm Graz , in prestito al club austriaco fino al termine della stagione . Primo giocatore bulgaro ad indossare la maglia rossoblù, è arrivato a Cagliari lo scorso gennaio e ha collezionato quattro presenze. Il giovane attaccante affronta ora una nuova sfida: continuerà il suo percorso di crescita professionale in un campionato impegnativo come la massima divisione austriaca.

Altro giocatore in partenza in casa rossoblù è Filippo Romagna, sponda Sassuolo . Il difensore centrale rimarrà in prestito sino al termine della stagione 2019-20 con diritto di riscatto in favore della Società emiliana. Nato a Fano, classe ’97, il difensore centrale è nel Cagliari dall’estate 2017. Scuola Juventus e con un trascorso prima al Novara e poi al Brescia, ha giocato in rossoblù due stagioni con 45 presenze totali.

LEGGI ANCHE:  Cagliari celebra i caduti di tutte le guerre.

Tempo di presentazione ufficiale per Giovanni Pablo Simeone Baldini, all’indomani dell’esordio con la maglia rossoblù. Nelle ultime stagioni ha realizzato 12 gol con il Genoa e 20 con la Fiorentina, ma la prima alla Sardegna Arena non è andata bene per quanto riguarda il risultato, ma la voglia di combattere del “Cholito” è forte e gli obiettivi sono ambiziosi:”Dispiace non avere fatto risultato contro l’Inter. Ho cercato di farmi trovare pronto, devo dire che sono contento di come abbiamo giocato, mi ha colpito l’entusiasmo visto allo stadio e nello spogliatoio in questi primi giorni di lavoro”. 
“Mi piace – continua il Cholito – giocare dentro l’area, vicino alla porta, questo è quello che cerco di fare, anche se non disdegno l’andare in profondità e l’aiutare i compagni venendo dentro il campo a fare le sponde. In passato ho affiancato una prima punta come Pavoletti, al Genoa, ed è davvero un peccato che Leonardo si sia fatto male, sia perché avrei voluto giocare con lui sia perché è un ragazzo splendido oltre che un calciatore fantastico”. 

LEGGI ANCHE:  60 anni di Dinamo

Sul Cagliari Calcio non ha dubbi : “La scelta è stata semplice, quando il Presidente, il Direttore sportivo, l’allenatore ti cercano con insistenza diventa automatico trovare un’intesa. Qui ci sono entusiasmo e aspettative, ma anche calciatori forti in grado di sostenerle. Vogliamo fare qualcosa di grande, l’obiettivo è combattere su ogni pallone in ogni partita, penso che contro l’Inter si sia visto lo spirito giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.