Sempre più vecchia la forza lavoro italiana.

A fronte di 458mila occupati in più, rispetto al terzo trimestre 2008, nel 2023 in Italia la popolazione in età lavorativa ha registrato un nuovo calo. Sono infatti circa 1,6 milioni gli occupati italiani tra 15 e 34 anni e 1,9 milioni quelli occupati tra 35 e 49 anni. 4 milioni, ancora, i lavoratori over50.

Dati che per l’Istat, nonostante l’aumento degli occupati, confermano una diminuzione del tasso di occupazione tra i giovani di 15-34 anni di circa sei punti e un aumento del 17% della classe di età compresa tra 50 e 64 anni.

In particolare, secondo l’istituto nazionale di statistica, la quota degli occupati tra 15 e 34 anni di età è scesa dal 30,1% del terzo trimestre 2008 al 22,7% del terzo 2023, mentre quella di chi ha almeno 50 anni è aumentata dal 24,2% al 40,4%”.

LEGGI ANCHE:  Agenda Sud, da MIM oltre 8 milioni per l’assunzione di nuovi docenti.