Seconde case, Christian Solinas firma l’Ordinanza: “Ingresso in Sardegna solo in presenza di comprovate esigenze lavorative, di salute o per necessità”.

In tarda serata, il Presidente Christian Solinas ha firmato l’Ordinanza 9 per regolamentare gli ingressi nell’Isola dei proprietari di seconde case. Per effetto del provvedimento sarà ammesso l’ingresso in Sardegna da parte di persone “non residenti” proprietari di immobili nell’Isola solo in virtù di comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata e per motivi di salute.

Tutti i visitatori dovranno registrarsi obbligatoriamente sull’applicazione “Sardegna Sicura” o alla sezione “Nuovo Coronavirus” nella home page del sito istituzionale della Regione Sardegna.

In mancanza della ricevuta di avvenuta registrazione alla piattaforma vettori e armatori avranno la possibilità di vietare l’imbarco. Ancora, bisognerà sottoporsi a tampone allo sbarco o entro le 48 ore successive se non si sarà in grado di presentare un certificato di vaccinazione.

LEGGI ANCHE:  Vittime di reato. Pubblicato il bando "Sinergie – SOStegno alle VITTIME".

La nuova ordinanza prevede, inoltre, il coinvolgimento del Corpo forestale e di vigilanza ambientale a supporto del personale sanitario dell’ATS nelle attività di monitoraggio e controllo.

Ai sindaci, secondo la nuova Ordinanza, spetterà il compito di vigilare sul rispetto delle disposizioni dell’Ordinanza n.5/2021, disponendo idonee misure di monitoraggio e controllo sul rispetto della permanenza domiciliare nei centri abitati, attraverso la Polizia locale e le Compagnie barracellari, e, infine, la trasmissione dei dati raccolti alla Sala Operativa Regionale della Direzione Generale della Protezione Civile.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata