Sardegna. Il Consiglio dei Ministri impugna la quinta legge regionale del 2020.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia ha esaminato, nel corso dell’ultima riunione, trentanove leggi delle Regioni e delle Province autonome. Tra le leggi impugnate dal Governo la legge della Regione Sardegna n. 18 del 24/06/2020, recante “Inquadramento del personale dell’Agenzia FoReSTAS nel CCRL”, in quanto l’articolo 1, riguardante l’inquadramento giuridico e il trattamento economico del personale, eccede dalle competenze statutarie attribuite alla Regione dall’articolo 3 dello Statuto speciale (legge costituzionale n. 3/1948) e invade la competenza riservata alla legislazione statale in materia di ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l) della Costituzione.

LEGGI ANCHE:  Giunta regionale: “Superficialità del Governo Conte nell'attuazione della strategia energetica della Sardegna".

Dopo le recenti contestazioni da parte del Governo per le leggi regionali 1, 3 del 21 febbraio , della n. 5 del 27 febbraio, della legge n. 6, con l’impugnazione della legge 18 dello scorso mese di giugno sale a 5 il numero delle leggi regionali impugnate dal Governo centrale dall’inizio dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.