Russia e Bielorussia sospese dal Consiglio degli Stati del Mar Baltico.

Il Consiglio degli Stati del Mar Baltico (CBSS), ieri, ha sospeso la Russia e la Bielorussia dalle attività del suo forum. L’esclusione, ricordano gli esponenti del sodalizio che sostiene la cooperazione tra gli 11 Stati del Mar Baltico, “rimarrà in vigore fino a quando non riprenderà una collaborazione basata sul rispetto dei principi fondamentali del diritto internazionale”. 

Il documento politico istitutivo della CBSS del 1992, infatti, sottolinea il rispetto della Carta delle Nazioni Unite, dell’Atto finale di Helsinki, della Carta di Parigi e di altri documenti dell’OSCE. La Russia e la Bielorussia, rispettivamente, co-fondatrice e Stato osservatore della CBSS, hanno, di fatto, violato tali accordi si legge nella motivazione della sospensione.

LEGGI ANCHE:  REPowerEU: azione europea comune per un'energia più sicura, più sostenibile e a prezzi più accessibili.

foto Kremlin.ru / Sergey Guneev