Roberta Metsola sull’Ucraina: “Dobbiamo svincolarci dall’energia russa”.

La Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, intervenuta nel corso del Consiglio europeo ha chiesto ai leader dei Paesi UE di accelerare i piani europei per garantire l’affrancamento dell’Unione dai prodotti petroliferi russi.

La Presidente, in particolare, ha evidenziato come la guerra in Ucraina abbia messo in luce l’importanza dell’indipendenza energetica per l’UE: “Il nostro obiettivo deve rimanere quello di svincolarci dall’energia russa. Dobbiamo restare saldi e iniziare a pianificare il nostro impegno a lungo termine – ha dichiarato la Metsola – al di là del bisogno d’aiuto immediato per l’emergenza in Ucraina”.

La Presidente ha poi sottolineato l’importanza della concessione all’Ucraina dello status di candidato per l’adesione all’UE: “Ciò di cui l’Ucraina ha bisogno in questo momento è speranza e prospettiva”, ha aggiunto la presidente maltese.

LEGGI ANCHE:  Nuova agenda dei consumatori, Didier Reynders: "Misure volte a promuovere una società digitale, verde ed equa".

Continuando nel suo intervento, la Presidente ha poi esortato i capi di Stato e di governo a continuare a cercare un accordo su nuove sanzioni, precisando che anche la Bielorussia, a seguito del sostegno prestato alla guerra illegale russa, dovrebbe condividere con la Russia le sanzioni.

La Metsola ha poi ribadito la necessità di trovare un sistema che consenta di trasportare il grano fuori dall’Ucraina.

Parlando di sicurezza e difesa, la Presidente ha infine affermato: “Sarà necessario aumentare i nostri bilanci per la difesa e dobbiamo capire in che modo reindirizzare al meglio i fondi comuni verso il miglioramento della nostra capacità di difesa”.

foto Copyright: European Union