Putin ricorda Berlusconi: “Politico sincero e dal cuore aperto”.

Poco prima della cerimonia indetta per la consegna delle medaglie dell’Eroe del Lavoro e dei Premi Nazionali della Federazione Russa, il Presidente russo Vladimir Putin ai microfoni del giornalista Pavel Zarubin di di Rossiya 1, ha ricordato il legame di amicizia con l’ex Premier Silvio Berlusconi, scomparso ieri al San Raffaele di Milano, e il suo ruolo nelle relazioni russo-italiane.

“Silvio Berlusconi è stato davvero un politico di rilevanza europea e globale, nonché un buon amico del popolo russo. Ha avviato relazioni tra la Russia e l’Alleanza del Nord Atlantico – ha dichiarato Putin – e con la sua assistenza e su sua iniziativa furono creati i rispettivi meccanismi di interazione”.

LEGGI ANCHE:  Giornata della Gioventù, il messaggio (forse l'ultimo) di Vladimir Putin ai giovani russi.

Un ricordo che diventa via via più intimistico: “Era una persona insolita per l’ambiente politico perché era molto sincero e di cuore aperto. Aveva anche un privilegio che manca ai politici di questa portata: il dono di dire quello che intendeva fare. È una grande perdita non solo per l’Italia ma anche per la politica mondiale”, conclude lo “zar” di Russia.

foto Kremlin.ru