Puliamo il Mondo dai Pregiudizi 2021. L’iniziativa di Legambiente per la sostenibilità ambientale.

Si è svolta oggi a Cagliari la terza tappa sarda di “Puliamo il Mondo dai Pregiudizi 2021”, la storica campagna di Legambiente per la sensibilizzazione sulla gestione sostenibile dei rifiuti e la promozione dell’economia circolare. Dopo Masua e Calasetta è stata la volta del Belvedere di viale Europa, luogo simbolo del rapporto contradditorio tra la città e il proprio ambiente.

i volontari partecipanti a “Puliamo il Mondo dai Pregiudizi” 

Da qui, infatti, è possibile ammirare un panorama mozzafiato avendo sotto i piedi una vera e propria discarica, risultato di anni di incuria e maleducazione.

Aggirandosi tra cespugli e alberi, sopra e sotto la strada, i 60 volontari hanno riempito decine di sacchi con rifiuti d’ogni tipo, inclusi una batteria d’auto e un test di gravidanza (positivo). Il tutto disseminato in una vasta area letteralmente ricoperta da decine di migliaia di mozziconi di sigaretta e deiezioni d’ogni tipo.

LEGGI ANCHE:  Al via l'edizione 2022 dell'International Summer Week.
Parte dei rifiuti raccolti fra cui, in primo piano, una batteria per auto.

Alla raccolta ha preso parte anche una rappresentanza di migranti e richiedenti asilo, ospiti di  strutture d’accoglienza sarde. Tra loro anche un gruppo di afghani fuggiti da Kabul poco prima dell’interruzione del ponte aereo.

I rifugiati afghani che hanno preso parte alla raccolta

<< Attraverso iniziative come questa cerchiamo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza di mantenere pulita la zona in cui vivono – afferma Ahmed Naciri – presidente del circolo cagliaritano di Legambiente, promotore dell’evento – soprattutto per posti suggestivi come quello in cui ci troviamo. Non è bello che tanti turisti vengano qui per vedere questo panorama e giustamente si lamentino perché il posto è sporco. Stiamo dando loro un brutto messaggio.>>

LEGGI ANCHE:  Bevi Responsabilmente: la FIPE promuove la "buona movida".
Ahmed Naciri, Presidente del circolo cagliaritano di Legambiente