Profughi ucraini, OSCE: “Prevenire la tratta di esseri umani”.

Un numero sempre crescente di profughi ucraini sta arrivando in molti Paesi dell’UE. Persone, ricordano dall’OSCE, che possono correre il rischio di cadere nella trappola della tratta, specialmente donne e bambini.

Insidie che richiedono, da parte degli Stati ospitanti, l’attivazione di misure idonee a contrasto dello sfruttamento sessuale e lavorativo, a partire dal viaggio e fino all’arrivo nei Paesi di destinazione. Alla luce delle vulnerabilità di queste persone, l’Ufficio del Rappresentante Speciale e Coordinatore per la Lotta alla Tratta di Esseri Umani ha emanato oggi una serie di raccomandazioni concrete per prevenire la tratta . 

Le raccomandazioni contengono linee guida per affrontare i bisogni delle persone che cercano rifugio, nonché misure per prevenire e mitigare le loro vulnerabilità. Azioni che dovrebbero sostenere la fornitura di alloggi, l’istituzione di centri di informazione e hotline in grado di fornire informazioni ufficiali sulle procedure di registrazione all’estero.

LEGGI ANCHE:  Quanto investe l'UE in Italia?

Inoltre, si raccomanda agli Stati di concedere ai profughi permessi di soggiorno temporanei, sostenere l’accesso al mercato del lavoro, l’istruzione per i bambini e garantire la conservazione e il ricongiungimento familiare non separando i bambini dai loro genitori. 

Le strutture di accoglienza, ancora, dovrebbero essere distribuite tra diversi Paesi per evitare di sovraccaricare i sistemi di assistenza e supporto in determinate aree. Infine, gli Stati dovrebbero anche stabilire procedure chiare per lo scambio di informazioni sulle persone che cercano rifugio per evitare che le persone, in particolare i bambini, scompaiano.

“Dobbiamo evitare che l’attuale crisi umanitaria si trasformi in una nuova tratta di esseri umani”, ha affermato Valiant Richey, Rappresentante speciale dell’OSCE per la lotta alla tratta di esseri umani. “Stabilire misure di prevenzione e affrontare le vulnerabilità delle persone che cercano rifugio dovrebbero essere una priorità in questo momento”.

LEGGI ANCHE:  NATO, la Turchia ritira il veto per Svezia e Finlandia.

foto Alain Rolland Copyright: © European Union 2022 – Source : EP