Prevenzione dei reati online, il protocollo della Anm-Polizia di Stato.

Questa mattina presso il Tribunale di Salerno, Maria Rosaria Romano, Dirigente del Compartimento Polizia Postale Campania, Pietro Indinimmeo, Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati- distretto di Salerno e Pietro Rinaldi, Presidente dell’Ente Autonomo Giffoni Experience, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la realizzazione di iniziative volte alla tutela dei giovani internauti, istruendoli sul corretto utilizzo della rete internet e a trasmettere loro la vicinanza della magistratura e della Polizia di Stato.

Tante le iniziative già realizzate nel corso degli anni, che hanno suggellato la collaborazione tra le Istituzioni: la simulazione di un processo penale che attraverso le testimonianze racconta ai giovani le vicissitudini di loro coetanei, i confronti con gli studenti in occasione del safer internet day e con i giurati del Giffoni Film Festival, la presenza del truck del progetto “una vita da social” al Giffoni Macedonia.

LEGGI ANCHE:  Iglesias: arrestati due fratelli per spaccio di stupefacenti.

Le attività di informazione e prevenzione dei rischi del web e di contrasto al cyber bullismo saranno realizzate, nel corso degli anni 2021/2023, a favore di studenti, docenti degli Istituti scolastici della Regione Campania e del territorio nazionale, dei giovani partecipanti alle iniziative del Giffoni Experience, nonché dei genitori e saranno espletate presso strutture che per il ruolo sociale rivestito abbiano interesse primario a diffondere la cultura della legalità.

Le stesse saranno effettuate da magistrati dell’Associazione Nazionale Magistrati -distretto di Salerno e dal personale esperto della Polizia Postale; Il Giffoni Experience, da sempre catalizzatore di giovani e culla di cultura artistica, metterà a disposizioni le proprie strutture e l’esperienza dei suoi collaboratori per organizzare gli eventi e si farà parte diligente nel proporre nuove iniziative.

LEGGI ANCHE:  Polizia di Stato: "Attenzione ai raggiri più comuni".