Poste acquisisce LIS, Del Fante: “Pietra miliare del nostro percorso”.

Poste Italiane S.p.A., attraverso la controllata PostePay S.p.A., ha firmato un accordo vincolante per l’acquisizione del 100% di LIS Holding S.p.A. (“LIS”) – attiva nel mercato italiano dei pagamenti di prossimità attraverso una rete di circa 54.000 punti di vendita – per un corrispettivo totale di 700 milioni di euro.

LIS, acquistata dall’International Game Technology PLC, ha generato nel 2021 un fatturato lordo di circa 228 milioni di euro ed un EBITDA di circa €40 milioni. L’acquisizione, secondo Poste Italiane, “rafforzerà la presenza di Poste Italiane in un mercato in rapida crescita quale quello dei pagamenti, creando valore per l’azienda e per tutti gli stakeholders e marcando un ulteriore avanzamento nell’ambito della strategia omnicanale integrata di Gruppo”. Il closing della transazione è atteso entro il terzo trimestre del 2022.

LEGGI ANCHE:  Violenze domestiche o di genere. Arriva l'applicativo 'SCUDO'.

L’operazione oggi è stata commentata dall’AD di Poste, Matteo Del Fante: “PostePay sta cavalcando trend favorevoli di mercato e cogliendo opportunità di crescita sia per linee interne che esterne. L’operazione fa leva su una relazione consolidata con uno dei nostri principali partners nella distribuzione di soluzioni nel mercato dei pagamenti di prossimità. Questa acquisizione rappresenta una pietra miliare del nostro percorso finalizzato a creare un ecosistema di servizi integrati a beneficio di tutti i nostri clienti, con l’obiettivo di accelerare la transizione verso gli strumenti di pagamento elettronici e di aumentare il valore generato per gli stakeholders”.