Politiche giovanili. Al via il bando “Città italiana dei giovani 2022”.

Coinvolgere e responsabilizzare i giovani. Queste le principali direttrici alla base dei progetti che potranno ambire al Premio “Città Italiana dei Giovani per il 2022”, promosso dal Consiglio Nazionale dei Giovani in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Giovanili e l’Agenzia Nazionale per i Giovani.

“Si fa sempre più necessario puntare sui giovani e sullo sviluppo delle loro capacità, coinvolgendoli nella costruzione di un futuro più inclusivo. Questa attenzione – spiega la presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani – passa anche attraverso il ripensamento e la riqualificazione dei luoghi e dei servizi delle città, con l’obiettivo di offrire maggiori opportunità alle nuove generazioni e occasioni di crescita per il Paese”.

LEGGI ANCHE:  European Youth Work Convention. Valorizzare l'opera degli youth worker.

Le città che parteciperanno al bando – che scadrà il 31 ottobre – saranno chiamate a formulare delle proposte innovative che rafforzino la partecipazione dei giovani nei processi decisionali del proprio territorio e promuovano la cultura, la legalità e la tutela dell’ambiente mediante buone pratiche facilmente replicabili.