NextGenerationEU, le operazioni procedono bene per la Commissione UE.

La Commissione europea ha pubblicato la seconda relazione semestrale sul programma di finanziamento NextGenerationEU, riguardante il periodo dal 1º gennaio al 30 giugno 2022. Documento, ricordano dalla Commissione, che esamina l’attuazione dei finanziamenti di NextGenerationEU nel primo semestre dell’anno.

Dall’avvio del programma nel giugno 2021, la Commissione ha raccolto a nome e per conto dell’UE 121 miliardi di € di finanziamenti a lungo termine a favore di NextGenerationEU, di cui 50 miliardi di € da gennaio a giugno 2022. Sono comprese obbligazioni verdi NextGenerationEU per un valore di 28 miliardi di €, di cui 16 miliardi di € emessi nella prima metà del 2022.

Nonostante le condizioni di mercato più volatili, gli investitori hanno mantenuto un forte interesse per il programma: la domanda di operazioni sindacate è stata da 5,9 a 16 volte superiore all’offerta. Nel primo semestre del 2022 la Commissione ha inoltre varato un nuovo quadro di indicatori delle obbligazioni verdi, che consente di monitorare in tempo reale il modo in cui gli Stati membri utilizzano i fondi raccolti mediante obbligazioni verdi, e ha pubblicato il suo piano di finanziamento per il resto del 2022.

LEGGI ANCHE:  Donne senza fissa dimora, Sassoli: "Non vogliamo un mondo di privilegiati".

“La relazione odierna conferma la resilienza dei finanziamenti di NextGenerationEU, anche in tempi di volatilità dei mercati e instabilità geopolitica – ha dichiarato Johannes Hahn, Commissario per il Bilancio -. I Paesi dell’UE continuano a beneficiare dei buoni risultati dei prestiti dell’UE, il che contribuisce a sostenere la ripresa e la resilienza dell’Europa”.

Sulla base dei fondi raccolti finora, la Commissione ha erogato oltre 100 miliardi di € ai Paesi dell’UE nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza e 15,5 miliardi di € per altri programmi di bilancio dell’UE sostenuti da NextGenerationEU.

foto Creative Commons license CC-BY-4.0