NextGenerationEU: erogati all’Italia i primi 21 miliardi di euro.

Oggi la Commissione europea ha versato all’Italia i primi 21 miliardi di euro a titolo del dispositivo per la ripresa e la resilienza: 10 miliardi in sovvenzioni e 11 miliardi in prestiti.

Il versamento, ricordano dalla Commissione von der Leyen, è stato effettuato in “funzione dei risultati conseguiti dall’Italia e dell’attuazione degli investimenti e delle riforme descritti nel piano nazionale per la ripresa e la resilienza”.

Il 30 dicembre 2021 l’Italia aveva presentato alla Commissione una prima richiesta per il versamento di 21 miliardi di euro ai sensi del dispositivo per la ripresa e la resilienza, da destinarsi a 51 target e obiettivi intermedi per apportare riforme e investimenti nei settori della pubblica amministrazione, degli appalti pubblici, della giustizia, del quadro di revisione della spesa pubblica, dell’istruzione superiore, delle politiche attive del mercato del lavoro e della legge quadro volta a rafforzare l’autonomia delle persone con disabilità, nonché del sistema di audit e controllo dell’Italia per l’attuazione del dispositivo per la ripresa e la resilienza. Tra gli obiettivi anche il miglioramento della digitalizzazione delle imprese (“transizione 4.0”) ed efficienza energetica.

LEGGI ANCHE:  Russia e Bielorussia: nuove sanzioni dal Consiglio europeo.

Lo scorso 28 febbraio 2022, ancora, la Commissione aveva approvato la valutazione preliminare della richiesta di pagamento inviata dal Governo Draghi. Il parere favorevole del comitato economico e finanziario del Consiglio sulla richiesta ha consentito poi alla Commissione di approvare la decisione di erogare i fondi.