Mobilità in deroga: domande dal 13 aprile per i lavoratori delle aree di crisi.

L’Assessorato Regionale del Lavoro, a seguito degli accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali, ha pubblicato l’avviso contenente le disposizioni per l’apertura dei termini di presentazione delle istanze per la concessione e proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno 2022 per lavoratrici e lavoratori in mobilità delle aree di crisi industriale.

Con l’ultima legge di Bilancio è stato previsto l’incremento della dotazione del Fondo sociale per l’occupazione e la formazione, nell’ambito del quale è espressamente disposto lo stanziamento delle risorse per il rinnovo delle concessioni dei trattamenti e dell’indennità della mobilità in deroga in favore delle aziende e dei lavoratori che insistono nelle aree di crisi industriale complessa debitamente e formalmente riconosciute.

LEGGI ANCHE:  Sanità in Italia, Corte dei Conti: "Ministero non deve limitarsi a svolgere un ruolo di 'mero finanziatore' delle Regioni".

Tra le regioni interessate è compresa la Sardegna per le due aree di crisi industriale complesse di Porto Torres e del Sulcis-Iglesiente, che vedono coinvolti, anche quest’anno, circa 700 lavoratori. Ora, con la pubblicazione dell’avviso i lavoratori in prima persona o le organizzazioni sindacali delegate, potranno predisporre ed inviare le istanze di prima concessione e proroga di Mobilità in deroga per l’annualità 2022, a partire dalle ore 10:00 del 13 aprile ed entro e non oltre le ore 23:59 del 2 maggio.  Le istanze, ricordano dall’Assessorato, potranno essere inviate esclusivamente attraverso i servizi online del SIL Sardegna, mediante il portale www.sardegnalavoro.it.