Migranti, David Sassoli: “Governi nazionali incapaci di gestire emergenza con umanità ed efficacia”.

Dopo l’ennesima strage nel Mediterraneo, nella quale hanno perso la vita oltre 100 persone nel corso della giornata di ieri, il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli si è rivolto agli Stati membri rimarcandone l’incapacità nella gestione dell’emergenza migranti: “I governi nazionali diano poteri e mandato all’Unione europea per intervenire, salvare vite, realizzare corridoi umanitari e organizzare un’accoglienza obbligatoria”.

“Non si perda altro tempo e non si metta a rischio altra povera gente – ha aggiunto il Presidente del Parlamento europeo – È necessario perché è oramai chiaro che le politiche nazionali non sono in grado di gestire con umanità ed efficacia i movimenti di migranti e richiedenti asilo. È su queste omissioni che si misurano le responsabilità delle morti in mare. Sulle dinamiche di questa ennesima strage, il Parlamento europeo vuole che sia fatta subito chiarezza e accertate eventuali colpe”.

LEGGI ANCHE:  Presentazione del libro bianco su giovani e immigrazione "Youth Participation and Youth Dialogue: TRAIN -Tracing Integration Policies through Structured Dialogue "

Una nuova sconfitta per le democrazie occidentali, come ricordato dal Portavoce dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Safa Msehli: “Gli Stati si sono rifiutati di agire per salvare la vita di oltre 100 persone che hanno supplicato e inviato richieste di soccorso per due giorni prima di annegare nel cimitero del Mediterraneo. E’ questa l’eredità dell’Europa?”.

Foto Copyright© European Union 2020 – Source : EP Daina LE LARDIC