Mattarella conferisce l’incarico alla Meloni. Il 25 ottobre il voto di fiducia al Parlamento.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto al Palazzo del Quirinale l’onorevole Giorgia Meloni, alla quale, nel tardo pomeriggio, ha conferito l’incarico di formare il governo. Il giuramento della Presidente del Consiglio dei Ministri e dei componenti il nuovo Governo avrà luogo al Palazzo del Quirinale domani, Sabato 22 ottobre, alle ore 10.00.

Il Governo, dopo il giuramento, si dovrà presentare ai due rami del Parlamento per il voto di fiducia. Il 25 ottobre alla Camera e mercoledì 26 ottobre al Senato della Repubblica.

Sergio Mattarella, foto quirinale.it
Sergio Mattarella, foto quirinale.it

L’onorevole Giorgia Meloni ha accettato l’incarico e ha presentato al Presidente della Repubblica l’elenco dei Ministri, ai sensi dell’articolo 92 della Costituzione. Confermati Antonio Tajani e Matteo Salvini come vicepremier. Tajani avrà anche l’incarico di ministro agli Esteri, mentre il leader della Lega siederà su quello per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibile. Alfredo Mantovan andrà a ricoprire il ruolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio. A Luca Ciriani il Ministero per i Rapporti con il Parlamento), Gilberto Pichetto Fratin alla Pubblica amministrazione), Roberto Calderoli agli Affari regionali e Autonomie, Nello Musumeci al nuovo Miniistero per le Politiche del Mare e del Sud, Raffaele Fitto agli Affari Ue, Pnrr e Coesione, Andrea Abodi allo Sport e alle Politiche giovanili, Eugenia Rocella al Ministero per la Famiglia, Natalità e Pari Opportunità), Alessandra Locatelli a quello della Disabilità e Maria Elisabetta Alberti Casellati alle Riforme istituzionali.

LEGGI ANCHE:  Regione, alta tensione nella maggioranza

Gli altri ministeri andranno a Matteo Piantedosi (Interno), Carlo Nordio (Giustizia), Guido Crosetto (Difesa), Giancarlo Giorgetti (Economia e Finanze), Adolfo Urso (Imprese e del Made in Italy), Francesco Lollobrigida (Agricoltura e Sovranità alimentare), Marina Calderone (Lavoro e Politiche sociali), Giuseppe Valditara (Istruzione e Merito), Anna Maria Bernini (Università), Gennaro Sangiuliano (Cultura), Orazio Schillaci (Sanità) e, infine, Daniela Santanchè (Turismo).

foto Quirinale.it