Malattie circolatorie. In aumento i decessi nell’UE.

Nel 2021 ci sono stati 5,3 milioni di morti nell’Ue. Le principali cause di morte nell’UE sono state le malattie circolatorie, il cancro e il Covid-19.

I decessi legati a malattie circolatorie ammontano a 1,71 milioni nel 2021 (il 32% di tutti i decessi). Il cancro è stata la seconda causa più comune, con 1,14 milioni di cause di morte (22%). Il COVID-19 è al terzo posto con 0,57 milioni (11%). Insieme, queste 3 malattie costituiscono il 65% delle cause di tutti i decessi nel 2021. 

Altre principali cause di morte sono state le malattie respiratorie (0,32 milioni; 6%), le cause esterne di morbilità e mortalità (0,23 milioni; 4%), le malattie dell’apparato digerente (0,21 milioni; 4%), i disturbi mentali e comportamentali (0,19 milioni ; 4%) e malattie endocrine, nutrizionali e metaboliche (0,17 milioni; 3%). 

LEGGI ANCHE:  Tirocini non retribuiti nelle istituzioni dell'UE, Papadakis: "Sinonimo di sfruttamento". Commissario Schmit: "Commissione si è impegnata a rivedere il QFT nel 2022".

Il tasso di mortalità standardizzato dell’UE per COVID-19 è stato di 115,5 decessi ogni 100.000 persone nel 2021. Le 3 regioni dell’UE con il tasso di mortalità standardizzato più alto erano tutte in Bulgaria, con Yugozapaden (390,68), Severen Tsentralen (387,33) e Severoiztochen (366,75).

Nel frattempo, le 3 regioni con i tassi di mortalità standardizzati più bassi sono state Pohjois-ja Itä-Suomi (8,86) e Länsi-Suomi (10,07) in Finlandia e Syddanmark (12,89) in Danimarca.