L’Istituto europeo di innovazione e tecnologia forma 40.000 giovani donne nelle discipline STEM.

Il progetto Girls Go Circular dell’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT) , finanziato nell’ambito del programma di ricerca e innovazione dell’UE Horizon Europe , ha raggiunto l’ambizioso obiettivo di formare 40.000 ragazze in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM) tre anni prima del previsto.   

“Il progetto Girls Go Circular – ha dichiarato nell’occasione Iliana Ivanova , Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù – è stato lanciato con un obiettivo chiaro: mostrare alle ragazze e alle donne che il panorama europeo dell’innovazione è incompleto senza le loro idee, la loro passione e le loro visioni”.

Attualmente, le donne rappresentano solo il 41% dei laureati STEM e solo il 19% degli specialisti ICT. Incoraggiando le giovani donne a esplorare i campi STEM tradizionalmente dominati dagli uomini, Girls Go Circular, concludono dalla Commissione europea, “non solo colma i divari di genere, ma guida anche l’innovazione vitale per raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo”.

LEGGI ANCHE:  Letta: "Giovani importanti" ma in Sardegna i candidati PD non rispondono.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata