La “Rivoluzione Gentile” di Soru arriva a Sassari.

La Rivoluzione Gentile della coalizione guidata da Renato Soru prosegue sabato a Sassari con due nuovi incontri tematici a Milis e a Bauladu. Dopo il tutto esaurito dell’11 novembre al teatro Doglio di Cagliari la coalizione costituita da Progetto Sardegna, Progressisti, Liberu, +Europa e Upc, associazioni e movimenti civici, proverà a spiegare la bontà del proprio progetto politico che, attualmente, vede Soru & Co, e specialmente i Progressisti, chiusi all’interno di un gioco di posizionamento che molti problemi di coesione sta creando all’interno del centrosinistra.

Guardando poi alla nota odierna dell’ufficio stampa di Renato Soru, dove lo stesso viene definito candidato presidente, non si capisce il senso della continua richiesta di dialogo con il Campo largo sul nome del candidato per le prossime regionali del 2024. Tentativi di distensione, probabilmente, mirati più al posizionamento che ai programmi veri e propri, sui quali, andando oltre la narrazione della disponibilità delle risorse attualmente disponibili per l’Isola, si sa ben poco… sicuramente anche meno sul tema dei giovani e delle politiche per i giovani sardi. Argomento, va ricordato, decisamente fuori dai radar dei Progressisti, alleati di Soru in questa crociata contro la candidata del Campo largo.

LEGGI ANCHE:  L’Emilia-Romagna punta sui giovani talenti: sì alla legge regionale per trattenerli.

Comunque andrà (lo sapremo solo alla prossima filippica contro i dirigenti di Roma), questo fine settimana si proseguirà nel Nord Sardegna, domani a Milis presso Villa Pernis Vacca, in via Sant’Agostino, alle ore 17:30, dove nel corso dell’incontro “Energia per la Sardegna”, si parlerà di transizione energetica ed ambientale. Domenica, ancora, all’Auditorium di Bauladu si parlerà di ‘Pastoralismo in una Sardegna moderna’.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata