La commissione Agricoltura della Camera a Villa Devoto, Solinas: “Ristori immediati per cittadini e imprese”.

Il Presidente della Regione Christian Solinas ha incontrato stamane, a Villa devoto, i componenti la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, in visita in Sardegna per un sopralluogo nelle zone devastate dagli incendi estivi.

Un rapido intervento per l’erogazione dei ristori a cittadini e aziende è stato sollecitato dal Presidente Solinas, che ha ricordato come la stima dei danni subiti sia in fase di ultimazione con una stretta collaborazione tra la Protezione Civile Regionale e quella Nazionale.

“Ora, ha detto il Presidente Solinas, occorre subito avviare l’opera di ricostruzione a sostegno delle realtà produttive”. Il Presidente ha anche sollecitato, in sede parlamentare, un nuovo esame della normativa che regola gli interventi statali in questo settore: “E’ necessario che oltre all’inasprimento delle pene per gli incendiari sia prevista una normativa che non penalizzi le aziende danneggiate dai roghi, e che si trovano nella impossibilità di realizzare opere o attività, pagando un doppio prezzo a causa dei reati commessi sul territorio. E’ inoltre necessario – ha proseguito Solinas – che le leggi non escludano dai ristori quelle piccole realtà produttive a conduzione familiare, non operanti con partita Iva, che tramite il loro lavoro contribuiscono a tenere vive le colture dell’ulivo e della vite, caratteristiche del Montiferru e della sua cultura e identità. Una normativa insomma più elastica e più rispondente a criteri di equità”.

LEGGI ANCHE:  Dl 162. Via libera in Consiglio regionale.

Filippo Gallinella

“Ascoltare dalla voce di chi ha dovuto fronteggiare in prima linea i drammatici incendi dello scorso luglio”, questo l’obiettivo della visita istituzionale della commissione per il Presidente Filippo Gallinella: “Siamo qui perché il popolo sardo possa sentire la vicinanza delle Istituzioni nazionali nonché per raccogliere le istanze del territorio, anche in vista dei prossimi provvedimenti legislativi in merito, a partire dal decreto legge Incendi.  Ci auguriamo – prosegue – che in futuro gli agricoltori, custodi del territorio, possano avere parte attiva nella prevenzione dei roghi, attraverso una proficua collaborazione con le istituzioni locali”.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata