Kosovo: il Consiglio dà il via libera all’esenzione dal visto.

Il Consiglio dell’UE ha adottato oggi la sua posizione in prima lettura sull’esenzione dal visto per i titolari di passaporti rilasciati dal Kosovo. Le nuove regole consentiranno ai titolari di passaporto del Kosovo di viaggiare nell’UE senza visto per un periodo di soggiorno di 90 giorni su un periodo di 180 giorni. Questa esenzione dall’obbligo del visto si applicherà a partire dalla data di entrata in funzione del Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) o dal 1° gennaio 2024, a seconda di quale evento si verifichi per primo.

Le nuove norme ora dovranno essere adottate dal Parlamento europeo prima di poter essere firmate e pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’UE.

LEGGI ANCHE:  Dialogo Belgrado-Pristina: l'UE nomina un nuovo rappresentante speciale

“Il Kosovo – ha dichiarato la ministra svedese per la Migrazione, Maria Malmer Stenergard – ha compiuto grandi sforzi per migliorare la sicurezza e la gestione della migrazione e per allineare la sua politica in materia di visti a quella dell’UE. Ci auguriamo che la nostra cooperazione in questa materia continui a essere fruttuosa”.

L’esenzione dall’obbligo del visto garantirà che l’intera regione dei Balcani occidentali sia soggetta allo stesso regime di visti.

Kossovo, foto Delpe Copyright: © European Union 2008 – EP