Sudan: l’UE impegna 190 milioni di euro in aiuti umanitari.

La Commissione europea, per il tramite del commissario per la gestione delle crisi, Janez  Lenarčič, ha confermato oggi l’invio di un pacchetto di assistenza di 190 milioni di euro.

Del nuovo pacchetto totale di aiuti, 52 milioni di euro andranno a sostenere i più vulnerabili coinvolti nella crisi sudanese. Altri 8 milioni di euro sono stati stanziati invece per sostenere i Paesi vicini del Sudan nell’accoglienza dei profughi arrivati dal Sudan. Inoltre, 130 milioni di euro andranno alla cooperazione e allo sviluppo di interventi per la sicurezza alimentare e la salute nel Paese dilaniato dalla guerra.

Il nuovo finanziamento umanitario si aggiunge ai 73 milioni di euro già assegnati al Sudan nel 2023 in assistenza umanitaria e a 1,15 milioni di euro stanziati per i soccorsi immediati e l’assistenza di primo soccorso alle popolazioni dello stesso Sudan e ai rifugiati e rimpatriati nei paesi vicini. All’inizio di quest’anno l’UE ha inoltre sostenuto un ponte aereo umanitario per fornire forniture essenziali lungo le regioni di confine nei Paesi confinanti con il Sudan (Etiopia, Sud Sudan, Ciad ed Egitto).

LEGGI ANCHE:  Oltre 30 milioni di posti di lavoro nel 2021 grazie alle esportazioni extra-UE.

Come risaputo, la guerra in Sudan non si è mai placata ma lo scorso 15 aprile è riesplosa con veemente violenza tra le forze armate sudanesi (SAF) e le forze RSF. Crisi scoppiata dopo il colpo di stato militare del 2021 che, di fatto, ha continuato a sostenere l’instabilità politica nella regione, portando ad un generalizzato peggioramento della crisi umanitaria.

Più di 2,1 milioni di persone sono state sfollate dall’inizio del conflitto di aprile e la grand parte è fuggita verso i Paesi vicini. Secondo il piano di risposta umanitaria rivisto per il Sudan, il numero di persone bisognose di assistenza umanitaria è aumentato da 15,8 milioni, stimato nel novembre 2022, a 24,7 milioni nel maggio 2023, rappresentando ora la metà della popolazione del Paese.

LEGGI ANCHE:  Ucraina, colloqui USA-UE: "Enormi conseguenze per la Federazione Russa in caso di aggressione".

“Le conseguenze umanitarie del conflitto in Sudan sono enormi, sia sul Paese stesso che sui suoi vicini – ha spiegato oggi il commissario dell’Esecutivo von der Leyen -. Abbiamo lavorato con determinazione per alleviare le sofferenze dei più vulnerabili e invito l’intera comunità internazionale a dimostrare solidarietà al popolo sudanese”.

Foto Regional Development Forum for Africa