Insularità, proseguono le ‘inifinite’ audizioni in commissione parlamentare.

Continuano, apparentemente senza cognizione di causa, le infinite audizioni nella Commissione parlamentare per il contrasto degli svantaggi derivanti dall’insularità. Ad essere inivitati, domani alle 13.45 i rappresentanti dei sindacati sardi e siciliani della CGIL, CISL e Uil.

Commissione, come denunciato recentemente anche dalla deputata progressista Francesca Ghirra, dove “di fatto non viene strutturata una politica per superare i limiti dell’insularità per i cittadini e le cittadine sarde e siciliane”.

Insomma, una commissione il cui lavoro, piuttosto di ragionare nel merito degli svantaggi derivanti dalla condizione d’insularità e sulle relative misure di contrasto, sembrerebbe più essere ascrivibile alle iniziative istituzionali fumose, come rilevabile anche nell’ammontare delle somme destinate dall’ultimo decreto proroghe (entrato con 12 articoli e uscito con 41) per la continuità territoriale in Sardegna: 8 miseri milioni di euro. Risorse risibili considerando che la già “Cenerentola” Regione Sardegna stanzia 40 milioni per il pessimo servizio di trasporto per i/le sardi/e.

LEGGI ANCHE:  Trieste liberata, Serena Pellegrino: "Istituzioni a braccetto con l'X Mas".

“Ho chiesto – ha dichiarato la deputata Ghirra – di intervenire sul Caro-voli ma ogni volta che chiediamo risorse per la Sardegna la reazione da parte degli altri deputati è che i sardi chiedano privilegi ingiustificati. Questa è la percezione generale che si può avvertire in questo Parlamento”.

foto Governo.it licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT